Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Lodi : L’intervento dell’Assessore Boneschi al Convegno FAI


Lodi : L’intervento dell’Assessore Boneschi al Convegno FAI Stampa E-mail
A Lodi e in Lombardia c’è piena collaborazione con le autorità della Sanità pubblica veterinaria, ma ora occorre fare un salto di qualità per realizzare una convergenza più ampia che coinvolga anche il mondo agricolo. E’ quanto è emerso in occasione del convegno FAI sulla “Sanità Apistica”, svoltosi lo scorso 20 novembre a Codogno (LO), durante il quale sono state messe in evidenza le potenzialità e le criticità dell’apicoltura lodigiana e della bassa milanese. Foraggere e

fioriture spontanee sono quasi scomparse da questi territori e la mancanza di polline costringe le api a bottinare sul mais, la cui coltivazione interessa ormai un areale pari al 50% della superficie agricola lodigiana. Le carenze nutrizionali costituiscono il primo elemento di debolezza delle api, con la conseguente diffusione di malattie che colpiscono gli alveari. L’impiego di semi conciati con neonicotinoidi, allora, finisce per assumere la dimensione di un colpo di grazia per le api con gravi perdite di patrimonio apistico e danni per l’intero sistema della biodiversità. Un quadro, quello rappresentato dalla neo costituita FAI – Lodi e Milano , che è stato ben compreso dall’Assessore all’Agricoltura della Provincia di Lodi , Matteo Boneschi , intervenuto nel corso del lavori del Convegno FAI . “E’ auspicabile che tra il mondo agricolo e quello apistico si instauri, in via permanente, un tavolo di confronto, che consenta l’esame senza pregiudizi delle problematiche innescate dai processi di produzione rurale, nella prospettiva di trovare procedure operative che garantiscano una tutela a tutte le parti in causa” - ha dichiarato l’Assessore -. Allo stesso modo – ha proseguito Boneschi nel corso del suo intervento - riteniamo che iniziative informative e divulgative come questo convegno costituiscono degli strumenti fondamentali per socializzare le problematiche legate all’allevamento apistico e, di conseguenza, rappresentano circostanze fondamentali per accrescere la consapevolezza dell’utilità ambientale e sociale dell’ape. Da una simile consapevolezza – ha concluso l’Assessore - può trarre forza la necessità di un confronto e di un dialogo permanente tra il mondo apistico e quello agricolo”. Il presidente della FAI , Raffaele Cirone , ha assicurato all’Assessore Boneschi la piena disponibilità della Federazione Apicoltori a promuovere un momento di confronto tra gli allevatori apistici e gli agricoltori che si concretizzerà, come convenuto tra tutte le Autorità presenti al Convegno, nell’ambito della prossima edizione della Fiera di Codogno.




FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >