Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Sondrio : il Miele della Valtellina supera l’esame per la Dop


Sondrio : il Miele della Valtellina supera l’esame per la Dop Stampa E-mail
Si è conclusa con esito favorevole la pubblica audizione per la definizione del disciplinare di produzione del Miele della Valtellina DOP, la Denominazione di Origine Protetta europea. La Riunione di Pubblico Accertamento, svoltasi a Morbegno (in provincia di Sondrio) il 15 ottobre 2010, si è tenuta in presenza di Michele GHEZZI e Laura MADOTTO, i funzionari del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali incaricati di presentare in forma pubblica il disciplinare

e di raccogliere ogni eventuale richiesta di integrazione e modifica del testo proposto dal Comitato promotore della Dop. All’Audizione, insieme ad una nutrita rappresentanza di Apicoltori valtellinesi, hanno preso parte anche il presidente della FAI – Federazione Apicoltori Italiani, Raffaele CIRONE, Giampaolo PALMIERI, presidente dell’APAS – Associata FAI Lombardia, Daniele MORONI, dirigente della Provincia di Sondrio, Patrizio DEL NERO, coordinatore del Multiconsorzio “Valtellina Che Gusto”, Fabio ORSI, responsabile provinciale dei Servizi veterinari per l’apicoltura, Donatella PARMA, della Regione Lombardia, Guido BRIANZA, dell’Associazione Produttori Apistici di Varese – Associata FAI Lombardia e Massimiliano FASOLI, Consigliere FAI per la Regione Lombardia. Il disciplinare è stato posto in lettura in ogni suo articolo, integrato ove necessario e approvato nella sua ultima stesura che ora passerà alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, prima della successiva notifica ai competenti servizi dell’Unione europea. La Denominazione di Origine Protetta “Miele della Valtellina” sarà riservata al Miele Millefiori di Montagna e Alta Montagna, ai Mieli Monoflora di Rododendro, Castagno, Acacia e Tiglio. “La Valtellina, la provincia di Sondrio, la Lombardia tutta – ha ricordato il presidente Cirone nel corso del suo intervento – sono state per la FAI delle referenze organizzative che hanno dato slancio alla vita dell’Organizzazione nazionale degli Apicoltori. In questa storica circostanza - ha ancora detto il presidente della FAI - vediamo coronati gli sforzi di generazioni di amanti delle api e delle produzioni di qualità, ma anche dell’associazionismo in una filiera produttiva importantissima per l’intero comparto agricolo. Oggi – ha concluso Cirone rivolgendosi ai rappresentanti delle Istituzioni nazionali e territoriali - non certifichiamo soltanto la Dop del Miele della Valtellina, ma soprattutto la nobile arte di allevare api e di preservarle in condizioni di eccellenza”.


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz

< Precedente   Prossimo >