Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Bruxelles: De Castro chiede garanzie su futuro dell’Apicoltura


Bruxelles: De Castro chiede garanzie su futuro dell’Apicoltura Stampa E-mail
L’apicoltura va assumendo sempre più i contorni di un importantissimo settore dell’agricoltura europea. E’ per questo che il Parlamento Europeo è stato chiamato a valutare le caratteristiche del comparto e gli scenari in vista della cosiddetta “Pac post-2013”, la riforma della Politica Agricola Comunitaria nella quale l’apicoltura, a pieno diritto, è entrata a far parte. A sottolinearlo Paolo De Castro che, nella sua veste di

Presidente della Commissione per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale dell’Unione Europea si è fatto promotore di una interrogazione parlamentare con richiesta scritta, dalla quale dovrà scaturire una risoluzione del Parlamento comunitario. “Gli Apicoltori europei - ha dichiarato il Presidente De Castro al termine dei lavori della sessione di lavoro che si è svolta lo scorso 1° settembre a Bruxelles - al pari di tutti gli altri operatori dell'agroalimentare, hanno urgenza di pianificare il loro futuro. E' necessario che il supporto ad oggi esistente per il settore sia mantenuto e rinforzato all'interno della proposta sulla Pac”. La riforma della Pac per il dopo 2013, ricorda la FAI – Federazione Apicoltori Italiani, presuppone una rimodulazione dei programmi di intervento a sostegno dei vari comparti produttivi e i tagli al bilancio comunitario potrebbero interessare anche il settore dell’apicoltura. L’intervento del Presidente Paolo De Castro, sottolinea la FAI, rappresenta dunque un’importante e opportuna azione di richiamo dell’attenzione da parte dell’Esecutivo comunitario che non si è finora sottratto alle richieste del mondo apistico. Tanto che il regolamento CE n. 1234/2007 ha disposto per il triennio 2010-2013 un incremento delle risorse disponibili, pari attualmente a 32 milioni di euro.




FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >