Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Austria : Miele porta a porta, come Gadget elettorale


Austria : Miele porta a porta, come Gadget elettorale Stampa E-mail
Svegliarsi un mattino e trovare un vasetto di miele sull’uscio di casa, accompagnato da una cartolina del candidato alle prossime elezioni amministrative e relativo invito a dare un proprio contributo di idee al programma del partito. Accade in Austria , in pieno mese di agosto: è l’idea dei candidati del Partito Comunista Austriaco che, in un Paese tendenzialmente orientato a destra, cercano di guadagnare consensi con idee alternative e rivolte ad un elettorato capace di

apprezzare “la diversità”. La notizia ha una sua connotazione di originalità: regalare un vasetto di miele di bosco, regolarmente etichettato con gli estremi dell’Apicoltore produttore, con un adesivo che invita a esprimere una preferenza di voto a favore di un candidato, tutto condito con lo slogan “Prendiamoci gusto!” non è cosa ordinaria. Specie se si considera che i promotori di questo gesto, niente affatto disinteressato, hanno dovuto organizzare la consegna porta a porta, presso tutte le abitazioni degli aventi diritto al voto, di migliaia di vasetti di miele che un esercito di volontari ha deposto dinanzi all’uscio di casa dei cittadini austriaci. Unica nota di scetticismo quella espressa dagli esperti della FAI-Federazione Apicoltori Italiani secondo i quali, quella promossa da alcuni candidati alle elezioni amministrative austriache è un’operazione di dubbia legalità, specie se si considera che le confezioni – seppur gratuite – non rispettavano in toto le vigenti norme comunitarie: in Italia, come in tutti gli stati membri, è vietato porre in commercio o distribuire miele la cui confezione sia priva di sigillo di garanzia.

Nella foto, il vasetto di miele promozionale e il volto di uno dei candidati



FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
.
< Precedente   Prossimo >