Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Sospensione Neonicotinoidi: FAI e UNAAPI chiedono la Conferma


Sospensione Neonicotinoidi: FAI e UNAAPI chiedono la Conferma Stampa E-mail
Due anni di sospensione dei neonicotinoidi hanno consentito all’apicoltura italiana di tornare ad una condizione di generale benessere: le morìe primaverili si sono drasticamente ridotte, gli alveari sono tornati a produrre come non si vedeva da tempo. A dirlo la FAI – Federazione Apicoltori Italiani e l’UNAAPI – Unione Nazionale Associazioni Apicoltori Italiani, in una lettera congiunta inviata ai Ministri

della Salute e delle Politiche Agricole e agli Assessori all’Agricoltura delle Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Toscana (l’area in cui si erano registrate, fino al 2008, le maggiori perdite in concomitanza con la semina del mais). E’ per queste ragioni che le due Organizzazioni di rappresentanza del comparto apistico intendono chiedono la revoca definitiva dell’autorizzazione all’uso di molecole neurotossiche per la concia delle sementi di mais. FAI e UNAAPI , inoltre, chiedono che venga ribadito, anche ai sensi della legge n. 313/2004 recante Disciplina dell’Apicoltura, il divieto d’irrorazione di insetticidi su mais in fioritura, il cui polline è abbondantemente bottinato da api e altri insetti utili, e sia rigorosamente represso il loro eventuale impiego. Consapevoli, infine, delle esigenze della filiera maidicola, le due Organizzazioni invitano il Mipaaf a promuovere la pratica agricola della rotazione colturale in tutte le zone a rischio diabrotica e che venga divulgata presso il mondo agricolo l’utilità delle api per gli incrementi produttivi dell’agricoltura italiana. Vista la complessità del fenomeno della morìa, FAI e UNAAPI hanno trasmesso ai Ministeri competenti e alle Regioni una memoria tecnica tesa a rendere sostenibile il rapporto Api e Mais .
Foto : © Enzo Isaia





FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >