Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Calabria : ancora Apicidi durante i Trattamenti sugli Agrumi


Calabria : ancora Apicidi durante i Trattamenti sugli Agrumi Stampa E-mail
Un esordio primaverile a dir poco disastroso, quello registrato negli allevamenti apistici della Piana di Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria. Le morìe di api ancora una volta si stanno verificando, come già accade da diversi anni, durante i trattamenti contro gli afidi degli agrumi. Le fioriture di arancio, in questa zona, sono ampiamente diffuse e richiamano Apicoltori impegnati nella produzione del pregiato miele di zagara. La situazione è chiaramente testimoniata dai

numerosi Apicoltori presenti in questo comprensorio che trovano espressione nella voce di Francesco Artese, allevatore professionista e presidente di FAI Reggio Calabria e Vibo Valentia. “Le famiglie svernate si presentavano in ottimo stato di salute e in linea con la stagione – ci dichiara Artese - e sebbene la fioritura sia stata precoce, sino a pochi giorni fa non ha prodotto nettare a causa di un andamento meteorologico non favorevole”. “Con l’innalzarsi delle temperature - prosegue Artese - le api hanno iniziato il raccolto sui fiori di zagara e gli agricoltori i trattamenti ”. Le numerose segnalazioni pervenute all’Associata FAI Calabria parlano di migliaia di api morte, davanti alle porticine, con emanazioni di cattivi odori. Molti Apicoltori si sono visti costretti a rinunciare al raccolto e a “spezzare” le famiglie che però, ora, non sono più in condizione di svilupparsi. Scarsa risulta anche la percentuale di fecondazione delle regine vergini e persino i fuchi, come le bottinatrici, sostano morenti con le ali divaricate e tremolanti: chiaro sintomo da avvelenamento. Stando alle testimonianze raccolte presso gli agricoltori, i prodotti utilizzati per i trattamenti sarebbero il Fury (un piretroide che non riporta in etichetta la sua evidente pericolosità per le api) e il Confidor (a base di Imidacloprid, un neonicotinoide). FAI Reggio Calabria e Vibo Valentia chiede a viva voce che si dia, anche in Calabria , pronta attuazione alla legge 313/2004 che vieta i trattamenti con fitofarmaci dannosi per le api durante il periodo della fioritura. Pratica agronomica vietata quanto inutile se si considera che, per la lotta agli afidi, può bastare una innocua irrorazione di acqua e detersivo.


Foto: © Franco Oliverio


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail:  – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >