Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow L’Ospite inatteso : Potosia opaca torna negli Alveari Italiani


L’Ospite inatteso : Potosia opaca torna negli Alveari Italiani Stampa E-mail
Il rilievo è stato effettuato nel Parco Naturale di Massaciuccoli Migliarino e San Rossore, in provincia di Pisa. Ispezionando alcuni alveari sono stati ritrovati sui favi dei grandi coleotteri scuri che si presentano con regolarità, durante il periodo estivo. Si trovano di preferenza sui telaini laterali del nido a consumare riserve di miele e di polline, senza che le api rechino loro alcun disturbo. A segnalarlo, Matteo Giusti e Antonio Felicioli, dell’Università di Pisa, che

pubblicano un lavoro approfondito sul prossimo numero di APIMONDIA Italia. Si tratta di Potosia opaca Fabricius, un coleottero della famiglia dei Cetonideae, di dimensioni notevoli (2 cm x 1,5 cm) caratterizzato da una livrea nera e, come dice il nome, opaca. E’ una specie tipica dell’areale mediterraneo, prevalentemente in zone con un’elevata presenza di alberi, dove le larve possono compiere il loro sviluppo in tronchi di legno marcescente o in terreni ricchi di sostanza organica. La larva utilizza come cibo materiale vegetale in decomposizione, mentre l’adulto, floricolo, si nutre di polline e nettare. All’interno degli alveari la Potosia si ritrova allo stadio adulto e dopo essere entrata dall’apertura di volo, si nutre delle scorte di miele e di polline. La presenza di Potosia opaca negli alveari quale parassita delle scorte era ben nota in passato. Una menzione quasi storica si può ritrovare in un manuale apistico del 1878. Il progressivo “disinteresse” verso questo insetto da parte dei manuali di apicoltura più moderni è legato alla diminuzione dei ritrovamenti di esemplari di Potosia in alveare.

Foto: © Matteo Giusti - UniPisa


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail:  – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >