Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Apicoltura : Non č Industria insalubre , lo dice il TAR Lazio


Apicoltura : Non č Industria insalubre , lo dice il TAR Lazio Stampa E-mail
I vicini si lamentano per la sgradita presenza di alveari e l’Amministrazione comunale notifica un’ordinanza di rimozione perché l’allevamento delle api è “Industria insalubre”. A chi pensa si tratti di fantascienza, dobbiamo purtroppo confermare che, invece, è pura realtà. Il fatto è accaduto a Pignataro Interamna, in provincia di Frosinone, dove i medici Veterinari della ASL, a sostegno della loro decisione, si sono basati sull’articolo 216 del Testo Unico delle

Leggi Sanitarie (R.D. 27 luglio 1934, n. 1265) che nel classificare le attività insalubri parla anche di allevamento di animali. L’Apicoltore, anzi l’Apicoltrice, si è rivolta prima agli avvocati e poi alla FAI – Federazione Apicoltori Italiani che, a supporto dei legali, ha predisposto una memoria tecnica cui ha fatto seguito il ricorso contro l’inaccettabile decisione del Comune. La controversia è finita presso il TAR (Tribunale Amministrativo Regionale) del Lazio che ha pronunciato una sentenza di annullamento: l’allevamento delle api , hanno chiarito i Giudici amministrativi, non implica la produzione di “vapori, gas o altre esalazioni insalubri” o pericolo per la salute degli abitanti. Le api , inoltre, sempre stando alla recente sentenza del TAR, non debbono “essere isolate nelle campagne e tenute lontane dalle abitazioni”, visto che la materia delle distanze è contemplata dalla legge n. 313/2004 per la Disciplina dell’ Apicoltura . La Magistratura amministrativa, infine, ha stigmatizzato carenze nell’operato dei Veterinari che avevano effettuato un sopralluogo sommario e senza neppure penetrare nella proprietà della ricorrente. Ragioni queste che hanno determinato la condanna del Comune di Pignataro Interamna al pagamento delle spese di giudizio. W le api , vien voglia di concludere!

Foto :  © Antonio Torrecilla


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail:  – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >