Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Alveari Ammalati e Abbandonati: Interviene il Corpo Forestale


Alveari Ammalati e Abbandonati: Interviene il Corpo Forestale Stampa E-mail
Interi apiari in stato di totale degrado, quindi portatori di malattie diffusive, sono stati segnalati in questi giorni nei boschi o su terreni agricoli della provincia di Torino. E’ immediatamente intervento il Corpo forestale dello Stato che ha messo in atto una serie di controlli a tappeto in tutta la provincia, individuando i siti dove veniva abbandonato il materiale apistico e sanzionando i rispettivi proprietari. Il primo blitz è scattato a Chianocco, dove gli agenti del Comando di Bussoleno hanno

laccertato la presenza di numerose arnie, cassette porta-sciami in polistirolo, melari e telaini. Tutto il materiale era stato rovesciato su un terreno agricolo in prossimità di un bosco, creando di fatto una discarica abusiva. Gli investigatori sono riusciti a risalire al proprietario che è stato multato per abbandono indiscriminato di rifiuti. Una situazione identica i è verificata a Borgofranco d’Ivrea, dove sono state rinvenute circa 200 arnie. In questo caso gli uomini del Comando di Settimo Torinese hanno inviato una relazione al Comune e agli Ispettori della Asl competente per ulteriori indagini sullo stato sanitario degli alveari. Altri interventi sono stati effettuati, infine, a Carema e Scarmagno dove ad alcuni apiari in produzione non era stato attribuito il necessario codice identificativo. La notizia, riportata dal quotidiano “il Giornale”, ad avviso della FAI – Federazione Apicoltori Italiani testimonia da un lato lo stato di grave emergenza sanitaria degli allevamenti zootecnici apistici e, dall’altro, l’elevato livello di irresponsabilità di alcuni allevatori di api che certo, con tale comportamento, non meritano di potersi fregiare del titolo di Apicoltore che, come stabilito dalla legge n. 313/2004 per la Disciplina dell’Apicoltura è “colui che detiene e conduce alveari”. La FAI coglie l’occasione per ringraziare il Corpo Forestale dello Stato per tale preziosa opera di vigilanza e repressione e invita i propri associati a denunciare alle Autorità competenti analoghe situazioni di evidente abbandono degli alveari.



FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail:  – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >