Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Ape Ligustica : Massa chiede l’estensione della Zona Protetta


Ape Ligustica : Massa chiede l’estensione della Zona Protetta Stampa E-mail
La splendida catena delle Alpi Apuane innevate, sotto la città di Massa e sullo sfondo il mare Nostrum; il tutto Porta principale del Parco Alpi Apuane in provincia di Massa Carrara: è questa la cornice in cui si è svolto il terzo convegno apistico nazionale sul tema “L’ ape ligustica italiana, sentinella del territorio, regina della biodiversità”, organizzato dalla FAI – Federazione Apicoltori Italiani, in collaborazione con l’Associazione ARLEA . I lavori sono stati introdotti dall’assessore

all’Agricoltura della Provincia Domenico Ceccotti, che ha espresso l’auspicio, ampiamente condiviso dagli apicoltori, di estendere a tutto il territorio provinciale di Massa Carrara la zona protetta per l’allevamento in purezza della nostra ape . “La Lunigiana – ha detto Ceccotti - produce miele di acacia e castagno, unica DOP in Italia, e sarebbe auspicabile smettere di importare regine e pacchi d’ape dalla Sicilia e dal Sud America”. Luigi Della Pina, assessore alle Attività produttive del Comune di Massa ha chiesto alla Regione Toscana di tenere conto della prima e unica “Zona di rispetto” della Ligustica in purezza, al pari di altre realtà e progetti. Tiziano Gardi, dell’Università di Perugia, ha illustrato il ruolo fondamentale che l’Apis Mellifera Ligustica Spinola esprime sul territorio italiano, per la conservazione della biodiversità. Cecilia Costa, del CRA – Unità di ricerca in Apicoltura, ha esposto magistralmente le tecniche di selezione per l’ Ape Ligustica , anche se le immagini hanno presentato una regina troppo gialla, non proprio gradita a molti apicoltori . Stefano Tenerini, in rappresentanza dell’Associazione ARLEA , ha ribadito il concetto che l’ape della Valle del Frigido è diversa da altre api gialle allevate in molte zone d’Italia e all’estero; un’ape, quella nostrana, con caratteristiche cromatiche ben definite (più scura) e comportamenti molto specifici: buona produttrice di miele, scarsa tendenza alla sciamatura, molto docile, capace di immagazzinare buone scorte per l’inverno, alquanto rustica e resistente. Fausto Ridolfi apicoltore e allevatore noto in tutta Italia, col suo amore per l’ape italiana ha elencato puntigliosamente le caratteristiche comportamentali della vera Ligustica. Moderatrice del convegno Daniela Lori, addetto stampa del Comune di Massa , che ha brillantemente guidato lo svolgimento di questo partecipatissimo convegno. Molto apprezzato dai presenti l’omaggio di agrumi e liquori derivati, offerto dai produttori della locale Associazione Umbertina Tongiani.



FAI -  Federazione Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186 ROMA (RM)
Telefono: +39.06.6877175 - Telefax:  +39.06.6852287
Sito internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >