Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Progetto Apenet : il MIPAAF Pubblica i Dati del primo Report


Progetto Apenet : il MIPAAF Pubblica i Dati del primo Report Stampa E-mail
Giuseppe Blasi, Direttore Generale del Dipartimento delle Politiche Competitive del Mondo Rurale e della Qualità del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ci ha trasmesso in questi giorni i primi dati ottenuti attraverso la rete nazionale di monitoraggio denominata “ APENET ” . il progetto, attivato lo scorso anno per volontà del Ministro Luca Zaia , è molto articolato e ha dato priorità alle sperimentazioni sugli effetti del mais conciato sulle api. I risultati preliminari sono

inequivocabili: a seguito della sospensiva di utilizzo di semi trattati con neonicotinoidi , la rete non ha rilevato in quest’ultimo anno casi di morìe e spopolamenti connessi alle attività agricole di semina. Gli unici fenomeni rilevati sono stati ricondotti ad uso di pesticidi in formulazione spray. Sempre grazie al progetto APENET , inoltre, è stato possibile rilevare che le modifiche apportate alle macchine seminatrici non limitano i danni di dispersione dei prodotti chimici concianti; si è visto, per contro, che tali interventi di modifica incrementano i valori di polvere letale nell’aria, favorendone il trasporto e la diffusione a distanze anche maggiore e quindi aumentando la probabilità di contatto con le api in volo e con gli alveari presenti nelle campagne circostanti. Gli esperimenti, infine, sul contenuto di pesticidi nelle gocce di guttazione - prodotte per trasudazione da piante germinate dai semi conciati - hanno evidenziato valori molto superiori o vicini alla soglia di tossicità per le api . In particolare, laddove le api hanno bottinato la rugiada inquinata, si sono verificati effetti neurotossici sugli insetti a dosi molto inferiori rispetto a quanto dichiarato o riportato in letteratura scientifica: piccole quantità di fitofarmaco hanno prodotto effetti devastanti. I danni sulla covata, invece, si confermano di tipo indiretto. Sono attesi ora ulteriori dati da test tossicologici di laboratorio, progettati in modo tale da avvicinarsi molto alle situazioni reali di esposizione al pesticida in campo. La FAI – Federazione Apicoltori Italiani coglie l’occasione per ringraziare il Ministero per la divulgazione di questo report – puntuale e trasparente – ricco di approfondimenti tecnico-scientifici che fanno onore alla ricerca apistica italiana.

FAI -  Federazione Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186 ROMA (RM)
Telefono: +39.06.6877175 - Telefax:  +39.06.6852287
Sito internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >