Home Page arrow Domande Frequenti arrow Domande Frequenti arrow Vorrei costruire un laboratorio di smielatura in campagna


Vorrei costruire un laboratorio di smielatura in campagna Stampa E-mail
Sono un sessantenne, lavoratore dipendente, in pensione fra circa un anno. A seguito di eredità è pervenuto in famiglia un piccolo appezzamento di terreno di oltre 2 ettari. ho da poco la partita iva per coltivazioni erbacee. Vorrei intraprendere l'attività di apicoltore (in gioventù sono stato florovivaista). Il terreno non ha costruzioni e abito lontano. Avrei bisogno di un modesto laboratorio per la smelatura, ecc. Mi sono informato presso l'Ispettorato e mi dicono che non posso ottenerne l'autorizzazione alla costruzione perchè non ho redditi agrari sufficienti. si parla di almeno 12000 euro annui, dovrei inoltre essere censito all'INps come attività agricola principale, ecc. E' il cane che si mangia la coda. Come posso arrivare a quel reddito senza  un punto vendita, un laboratorio? Anche perchè trattandosi di alimenti, occorrono autorizzazioni sanitarie che presuppongono stabili adeguati. Devo rinunciare al mio progetto?
Paolo

Risposta
Egregio Sig. Paolo,
forse c'è un equivoco, l'autorizzazione a costruire è di competenza dell'ufficio tecnico del comune, l'Ispettorato agrario si interessa semmai di finanziamenti. Le consiglio di farsi assistere da un agronomo o da un geometra.
La partita iva non è finalizzata al tipo di coltivazione ma al tipo di attività nel suo caso ad attività agricola; anche l'apicoltura è una attività agricola per cui la può esercitare sotto la stessa partita iva. Se vuole, per una maggiore precisione può andare alla camera di commercio e fare aggiungere la voce apicoltura a quella di coltivazione erbacee, tanto non costa nulla.

Cordiali saluti

Vincenzo Stampa, FAI webmaster
< Precedente   Prossimo >