Home Page arrow Attivitą arrow Incontri/Eventi arrow Congresso Apimondia: successo in Francia, arrivederci in Argentina


Congresso Apimondia: successo in Francia, arrivederci in Argentina Stampa E-mail
Cerimonia conclusiva, ieri sera, per il 41° Congresso Apimondia che chiude i suoi lavori con un bilancio da primato: 65 Paesi rappresentati, oltre 200 espositori, più di 20.000 visitatori e sei Paesi candidati all’edizione 2013 che è stata assegnata all’ Ukraina. L’esperienza di Montpellier resterà uno straordinario ricordo – ha detto in conclusione dei lavori – il francese Gilles Ratia , presidente del Comitato organizzatore francese e nuovo presidente di Apimondia . Finale al batticuore per

l’assegnazione della sede 2013 deputata ad ospitare l’appuntamento biennale del mondo apistico: sei i Paesi candidati che si sono confrontati amichevolmente ciascuno secondo i propri ideali, la propria cultura organizzativa ed apistica, le proprie sedi congressuali. Bulgaria, Italia, Spagna, Turchia, Ungheria, Ukraina si sono confrontate per cinque interi giorni con una intensa attività promozionale. Fin dalle prime battute è stato chiaro che era favorita l’Ukraina che già dalle edizioni precedenti aveva presentato la propria candidatura, forte dell’appoggio del presidente della Repubblica Viktor Yushchenko, anch’egli apicoltore. La sua video lettera ai delegati ha convinto e attratto la maggioranza dei voti disponibili (l’ingente pacchetto di voti di cui dispongono i paesi dell’ex blocco sovietico è stato determinante per l’esito finale), che dunque hanno permesso alla sede di Kiev di raccogliere il consenso necessario alla vittoria al primo turno. L’Italia, partita con una candidatura a sorpresa per la città di Verona , forte dell’appoggio del ministro apicoltore Luca Zaia , si è difesa con onore diventando nei giorni del congresso il “competitor” più temibile sia per i Turchi che per gli Ungheresi, dati inizialmente per favoriti. Se si fosse giunti al ballottaggio l’esito non sarebbe più stato così scontato e si sarebbero anche potute aprire le porte per l’Italia che, comunque, reitererà la propria candidatura alle prossime edizioni. Già pronto il programma, invece, per l’edizione 2011 che si svolgerà a Buenos Aires: nove anni e tre consecutivi tentativi sono il lungo e difficile percorso lungo il quale la più grande apicoltura sudamericana ha conquistato la sede del 42° Congresso mondiale dell’apicoltura. Speranze per l’Italia dunque e intanto arrivederci Argentina !

Nella foto: la delegazione ukraina esulta per la vittoria.

Ukrainian honey - world congress triumpher


FAI - Federazione Apicoltori Italiani Corso Vittorio Emanuele II, 101 IT - 00186 ROMA (RM) Telefono: +39.06.6877175 - Telefax: +39.06.6852287 Sito internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >