Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Nezzo firma Decreto Prodotti Tradizionali. C'č tanto Miele


Nezzo firma Decreto Prodotti Tradizionali. C'č tanto Miele Stampa E-mail
Quando si parla di agroalimentare italiano ci si riferisce anche ai PAT. Poco noti al grande pubblico, in realtà i Prodotti Agroalimentari Tradizionali italiani sono oltre 4.000 e includono anche il miele e gli altri prodotti dell’alveare. Il “sistema” dei prodotti tradizionali è regolamentato dal decreto del 18 luglio 2000. Proprio in questi giorni è stato pubblicato, a firma di Giuseppe Nezzo, Capo dipartimento delle Politiche di sviluppo economico e rurale del Ministero delle Politiche Agricole, il decreto 5 giugno 2009 che contempla la nona edizione dell’elenco di queste specialità censite dalle Regioni e Province Autonome del nostro Paese. Per la parte che ci riguarda, può rappresentare 

motivo di curiosità sapere che la maglia nera di questo “dizionario” della tradizione, la indossano Umbria, Puglia e  Provincia di Bolzano: queste Amministrazioni non hanno ritenuto opportuno inserire il miele negli elenchi delle specialità del loro territorio. Lombardia e Molise segnalano semplicemente “Miele”, Liguria, Piemonte, Marche, Abruzzo, Basilicata e Provincia di Trento hanno tutelato la loro regione e provincia aggiungendola alla parola “Miele”. Seguono poi Valle D’Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna, che hanno tutelato le origini botaniche, vallate, aree protette, isole, montagne, pianure e spiagge, in un assortitissimo elenco di millefiori specifici, monoflora esclusivi, produzioni di nicchia, ma irripetibili eccellenze. Con il termine “prodotti tradizionali” s’intendono quei prodotti agroalimentari le cui metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura risultino consolidate nel tempo, omogenee per tutto il territorio interessato, secondo regole tradizionali, per un periodo non inferiore ai venticinque anni.


Nella foto, il Capo Dipartimento del Mipaaf, Giuseppe Nezzo



FAI -  Federazione Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186 ROMA (RM)
Telefono: +39.06.6877175 - Telefax:  +39.06.6852287
Sito internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >