Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Fazio : Antibiotici Responsabili di 5 mila Morti l’Anno


Fazio : Antibiotici Responsabili di 5 mila Morti l’Anno Stampa E-mail
Quanto sia delicata la questione “antibiotici” lo ha messo in chiaro, proprio in questi giorni, il viceministro della Salute Ferruccio Fazio intervenendo alla conferenza nazionale “Le infezioni da gram positivi resistenti e multi resistenti”. Nel corso dei lavori è stato presentato il documento messo a punto dal Gruppo italiano di studio sulle infezioni gravi (Gisig), in oltre un anno di lavoro, per indicare ai camici bianchi le linee guida sulla corretta gestione delle infezioni in ospedale. E’ infatti proprio

questa la principale causa delle morti ospedaliere - 5 mila solo in Italia, ben 37 mila in tutta Europa. Un problema legato “alla resistenza agli antibiotici, fenomeno che vogliamo combattere a 360 gradi in ospedale come sul territorio”, questo l’annuncio di Fazio. Il problema più serio “è la resistenza agli antibiotici - ha ribadito Fazio - che va combattuta a tutti i livelli”, in ospedale ma anche fra i cittadini. "I dati più recenti - ha concluso il viceministro - ci dicono che il 40% degli antibiotici acquistati in farmacia dai pazienti sono utilizzati in modo inappropriato. Si tratta di farmaci usati senza consultare il medico, magari acquistati senza ricetta o presi dalle “scorte” familiari. Il nostro obiettivo è spiegare agli italiani che gli antibiotici vanno presi solo seguendo il parere del medico”. Si capisce, secondo la FAI – Federazione Apicoltori Italiani, che su una tale emergenza sanitaria è proprio la comunità  apistica italiana, europea e internazionale, ad essere chiamata ad una rapida presa di coscienza. Ne va della salute di noi tutti, come della qualità dei prodotti che i consumatori chiedono esenti da ogni tipo di residuo non ammesso dalla legge.

Foto : © Tre Paolo / CONTRASTO

FAI -  Federazione Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186 ROMA (RM)
Telefono: +39.06.6877175 - Telefax:  +39.06.6852287
Sito internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >