Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Ricerca : le Api Scelgono i Fiori con i Petali pił Ruvidi


Ricerca : le Api Scelgono i Fiori con i Petali pił Ruvidi Stampa E-mail
Ad osservarle mentre svolgono il loro lavoro, vien voglia di chiedersi come facciano le api a bottinare i fiori senza perdere l’equilibrio, specie quando le corolle sono in posizione verticale. E’ la domanda cui hanno dato risposta i ricercatori dell’ Università di Cambridge (Gran Bretagna). Sono loro ad aver dimostrato che sui petali dei fiori sono presenti cellule, con una struttura simile al velcro, che aiutano gli insetti impollinatori a rimanere attaccati ai fiori e che le api utilizzano il tatto per riconoscere la

consistenza della superficie dei petali. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Current Biology secondo la quale le api prediligono i petali “ruvidi”, più ricchi di cellule coniche, piuttosto che i petali con superfici piane o levigate, poiché i primi facilitano lo svolgimento del loro lavoro. Si è visto inoltre che in natura, secondo il gruppo dei ricercatori inglesi, le api selezionano le corolle con queste caratteristiche sfruttando anche indizi visivi o olfattivi e senza avere la necessità di appoggiarsi sul fiore. Grazie all’impiego di tecniche di video-fotografia, i ricercatori hanno potuto osservare che le api avevano sempre una buona presa sui modelli a cellule coniche, mentre ne cercavano una migliore sulle superfici più lisce. Inoltre, una volta in corrispondenza delle cellule coniche le api possono smettere di sbattere le ali e possono dedicarsi alla raccolta del nettare. Secondo gli esperti circa l’80% dei fiori è caratterizzato da cellule coniche. I ricercatori che si sono occupati di questo studio ritengono che tutti gli insetti pronubi, vale a dire gli insetti che trasportano il polline da un fiore all’altro, preferiscono appoggiarsi su fiori con cellule coniche. Mantenere l’equilibrio e avere la presa sul fiore non è un’attività semplice per le api, specialmente in presenza di vento o precipitazioni ed è sorprendente vedere che l’evoluzione abbia reagito con una soluzione tanto semplice - come quella di rendere la superficie dei fiori analoga al velcro - in modo da facilitare la presa delle api durante le meticolose visite alla ricerca di nettare e polline. Si tratta, ad avviso della FAI – Federazione Apicoltori Italiani, di un ulteriore e importante tassello nel completamento del quadro di conoscenze sulla più straordinaria e diffusa simbiosi – fiori e api - di cui la natura ci offra testimonianza.

© FAI Fototeca/Fabrizio BADONI


FAI -  Federazione Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186 ROMA (RM)
Telefono: +39.06.6877175 - Telefax:  +39.06.6852287
Sito internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >