Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Casa Bianca : Michelle Obama, una Passione per l’Ape


Casa Bianca : Michelle Obama, una Passione per l’Ape Stampa E-mail
La scorsa primavera era stato uno sciame di api ad allertare i servizi di sicurezza della Casa Bianca e, come al solito, un solerte apicoltore aveva risolto egregiamente il caso. Non si può escludere che sia nata così la voglia di api della famiglia Obama che, dal prossimo luglio, ha deciso di ospitare un piccolo apiario proprio nei giardini della Casa Bianca . Lo ha annunciato il segretario  all’ Agricoltura, Tom Vilsack , in occasione di un incontro con la First Lady – Michelle Obama - e un gruppo di studenti . Pare anzi che si tratti di uno speciale incrocio di api resistenti alla Varroa, selezionato dagli scienziati dell’ARS, l’agenzia di ricerca agricola dell’USDA , il

Dipartimento di Stato per l’ Agricoltura degli Stati Uniti . Una delle linee genetiche, cui i ricercatori avrebbero fatto ricorso per far emergere il carattere dell’acaro-resistenza, è di origine russa. Gli studi sembra siano partiti a metà anni '90 e già negli anni scorsi le prime api, originate da quelle importate dalla Russia, sono state distribuite agli apicoltori per le prime prove in campo. Sta di fatto che ora i ricercatori dell’ USDA collaboreranno con il personale della Casa Bianca per l’installazione di questi alveari nell’orto-giardino che la First Lady americana – marito e figli compresi – hanno voluto coltivare in prima persona e con il preciso intento di avere cibo fresco e genuino, ivi compreso un impeccabile e insostituibile servizio di impollinazione per l’incremento delle produzioni e, neanche a dirlo, per la produzione di miele . La FAI – Federazione Apicoltori Italiani esprime non poco scetticismo circa l’indiretto annuncio – che poco pare avere di scientifico – che negli Stati Uniti d’America sia stato possibile selezionare un ceppo di api resistenti alla Varroa e ad altre malattie. E’ molto positivo, invece, se non addirittura clamoroso, che la famiglia Obama si sia appassionato all’allevamento delle api e che questo – ad avviso della FAI – contribuisca a generare nell’opinione pubblica un analogo comportamento: piccoli allevamenti familiari destinati all’autoconsumo di miele . E’ esattamente quanto accade in quasi tutti i Paesi del mondo dove l’apicoltura cosiddetta “amatoriale”, meglio si dovrebbe dire “senza scopo di lucro”, interessa percentuali elevatissime (fino al 90%) degli allevatori di api.

© Illustrazione di Ed Wexler per USN&WR



FAI -  Federazione Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186 ROMA (RM)
Telefono: +39.06.6877175 - Telefax:  +39.06.6852287
Sito internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >