Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Terremoto in Abruzzo : Gara di Solidariet├ tra gli Apicoltori


Terremoto in Abruzzo : Gara di Solidariet├ tra gli Apicoltori Stampa E-mail
Nonostante la grave portata del sisma, al momento attuale non si registrano perdite tra i nostri Associati: è il dato che emerge, ad una prima ricognizione effettuata da FAI Abruzzo, l’Associazione regionale degli Apicoltori abruzzesi, associata alla FAI – Federazione Apicoltori Italiani. Non ci sono notizie di Apicoltori direttamente coinvolti nella tragedia. La FAI, intanto, prosegue nella sua opera di verifica della situazione
contattando singolarmente tutti gli Associati che operano nell’aquilano, comprensorio sul quale è presente una comunità di circa un migliaio di allevatori di api e che ne fanno una delle province italiane a più alta densità di alveari. Un sentimento particolare lega l’Abruzzo e la città di L’Aquila al mondo apistico: questi sono territori dove l’apicoltura gode di una particolare diffusione grazie alla ricchezza di ambienti naturali protetti, quì si svolge da oltre dieci anni la manifestazione ApeParchi, nell’ampio territorio della provincia si concentra una folta comunità di Apicoltori. E proprio tra loro, questa la notizia di maggior risalto ad un giorno dal disastro del terremoto, sta scattando una straordinaria e commovente gara di solidarietà: gli Apicoltori che hanno perduto la casa o che, a causa dei danni non sono potuti rientrare nelle proprie abitazioni, stanno trovando ospitalità tra i loro colleghi della confinante provincia di Teramo: Apicoltori solidali che vanno in soccorso di altri Apicoltori! FAI Abruzzo, in costante contatto con Questura, Prefettura, Protezione Civile e altri Enti preposti alle operazioni di soccorso, in collaborazione con Agriturist Abruzzo, ha già messo a disposizione oltre 200 posti letto presso le aziende agricole e agrituristiche. La FAI – Federazione Apicoltori Italiani, che ha raccolto numerosi messaggi di solidarietà pervenuti da tutta Italia, coglie l’occasione per ringraziare i propri Associati invitandoli a voler soprassedere, per il momento, dall’invio di donazioni in danaro. Stiamo valutando – ha detto il presidente Raffaele Cirone - laddove la Protezione Civile ce ne desse approvazione, l’ipotesi di una raccolta organizzata di miele in piccole confezioni da distribuire presso le tendopoli e i centri di raccolta della popolazione locale, come integratore alimentare per i bambini e gli anziani.

Nella foto: una tendopoli della Protezione Civile
Copyright © 2009 Associated Press



FAI -  Federazione Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186 ROMA (RM)
Telefono: +39.06.6877175 - Telefax:  +39.06.6852287
Sito internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >