Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Tassa per gli Apicoltori € 400 : intervento FAI sul MinSalute


Tassa per gli Apicoltori € 400 : intervento FAI sul MinSalute Stampa E-mail
Lo scorso 12 dicembre 2008 è entrato in vigore il Decreto legislativo 194/2008 (vedi allegato) , che attua il Regolamento comunitario 882/2004 , con il quale si stabiliscono modalità di finanziamento dei controlli sanitari ufficiali da parte delle competenti Autorità. L’entrata in vigore del decreto , pubblicato sulla G.U. n. 289 dell’11.12.2008 sta generando a livello nazionale un diffuso allarme. Alcune Aziende Sanitarie Locali stanno infatti inviando, a tutti gli Apicoltori del territorio,

una comunicazione con la quale si ingiunge il pagamento di una tassa di 400 euro calcolata in base alla Fascia Produttiva Annua nella quale l’azienda ricade. La FAI sta ricevendo, in tal senso, diverse segnalazioni da parte di Associati delle regioni Marche, Campania e Sicilia. Non si esclude che, nel frattempo, altre Regioni si stiano attivando per promuovere analoghe iniziative. Altre Regioni, infine, quali ad esempio il Friuli Venezia Giulia, il Veneto e la Lombardia, pur avendo recepito il provvedimento, non si sognano minimamente di perseguire gli Apicoltori con questo nuovo “balzello”. Sebbene dunque tale parametrazione della tassa sia prevista dall’Allegato A, Sezione 6, del decreto in questione, lo stesso nell'ambito della "tipologia stabilimento" parla chiaramente di "attività prevalente ingrosso". Secondo un parere dell’Ufficio legislativo della FAI non si evidenziano pertanto elementi sufficienti per affermare che la tassazione annua forfetaria, prevista dal decreto 194/2008 , debba essere applicata anche alla “Produzione primaria”, condizione tipica nella quale opera la quasi totalità del settore apistico nazionale. L’ingiunzione agli Apicoltori, da parte delle ASL, per il pagamento della tassa di 400 euro, alla luce degli elementi ad oggi disponibili, risulta pertanto, ad avviso della FAI – Federazione Apicoltori Italiani, del tutto impropria. Il presidente FAI, Raffaele Cirone, ha trasmesso una nota al Ministero della Salute con l’invito a emanare una circolare informativa volta ad un chiarimento ufficiale sui termini di applicazione del decreto 194/2008 nei confronti degli operatori del settore apistico. La FAI, infine, ha chiesto che nel frattempo il MinSalute provveda comunque ad una proroga dei termini di applicazione previsti dal decreto 194/2008 .


FAI -  Federazione Apicoltori Italiani

Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186 ROMA (RM)
Telefono: +39.06.6877175 - Telefax:  +39.06.6852287
Sito internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >