Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Apicoltura nel PSR Lazio : pre-adesioni entro il 19 agosto


Apicoltura nel PSR Lazio : pre-adesioni entro il 19 agosto Stampa E-mail
Il Piano per lo Sviluppo Rurale della Regione Lazio giunge nel vivo della sua fase operativa che si protrarrà fino al 2013 e prevede progetti integrati di filiera (PIF), uno strumento innovativo grazie al quale sarà possibile organizzare uno specifico settore, come ad esempio l’Apicoltura, coordinando singoli progetti in un’unica procedura di finanziamento e consentendo quindi una migliore razionalizzazione delle risorse disponibili sul territorio.

Ciò permetterà ai richiedenti di consorziare le loro richieste, pur preservando le individualità dei vari soggetti che non dovranno tuttavia sottoporsi ai vincoli tipici di una società o di una cooperativa. L’A.R.A.L. – Associazione Regionale Apicoltori del Lazio - Associata FAI, è stata individuata come capofila per tale opera di coordinamento che valorizzerà i progetti apistici proposti, assicurando la necessaria opera di assistenza di Agrotecnici ed esperti della Regione. Nell’ambito delle risorse rese disponibili dal PSR Lazio, gli Apicoltori interessati potranno richiedere, attraverso l’ARAL, finanziamenti per:
•    la costituzione e l’insediamento sul territorio di nuove aziende apistiche;
•    la realizzazione o l’ampliamento di laboratori di smielatura, compreso l’eventuale restauro di immobili destinati a questi scopi;
•   la realizzazione di lavori di sistemazione degli apiari e di postazioni per nomadismo;
•    la promozione del miele biologico;
•    la creazione di punti vendita.
Non sono contemplate tutte quelle spese già previste nel regolamento 1234/2007 regionale, quindi acquisto di arnie e telaini, di automezzi per il nomadismo e di nuovi macchinari per la lavorazione del miele. Il Piano di Filiera prevede però, per i partecipanti, un ulteriore valore aggiunto: sarà possibile realizzare azioni trasversali ai singoli progetti privati, come ad esempio l’attivazione dei corsi obbligatori per acquisire la qualifica di imprenditore agricolo (necessaria per accedere ai finanziamenti), dei corsi di aggiornamento apistico professionale e dell’assistenza tecnica in campo. Sarà anche possibile coinvolgere e finanziare progetti di ricerca apistica di Enti accreditati, in modo da rendere immediatamente disponibili ai costituenti la filiera i risultati ottenuti: ciò consentirà quindi di migliorare la qualità del prodotto miele della filiera stessa, con ulteriori vantaggi per tutti. Motivazioni tecniche e burocratiche richiedono che le cosiddette “manifestazioni di interesse” (una pre-adesione al progetto di filiera) siano presentate al più presto: le schede contenenti una serie di notizie anagrafiche del richiedente e una descrizione sommaria del progetto, potranno essere richieste a Marco Papi, Responsabile PSR per l’ARAL (email: ) e restituite debitamente compilate improrogabilmente entro il 19 agosto. Per ulteriori informazioni e chiarimenti, oltre al già citato indirizzo, si possono contattare anche gli altri due Responsabili ARAL del Gruppo Progetti PSR: Carlo Bonelli (email: ) e Andrea Mengassini (email: ).


FAI -  Federazione Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186 ROMA (RM)
Telefono: +39.06.6877175 - Telefax:  +39.06.6852287.
Sito internet: www.federapi.biz

< Precedente   Prossimo >