Home Page arrow La Federazione arrow Editoriale arrow Volta Pagina : avvicendamento delle regine


Volta Pagina : avvicendamento delle regine Stampa E-mail
Un mestiere usurante, in un ambiente disagiato e a ritmi impossibili, richiede periodiche turnazioni e agevolazioni per chi lo svolge. Orientamenti da “ statuto dei lavoratori ” ma sarà bene, d’ora in avanti, applicarli anche alle maestranze apistiche.
E’ la categoria delle regine che – operando in condizioni quanto mai stressanti – sta dando chiari segni di disagio. Il loro lavoro, a causa dei tanti sconvolgimenti interni ed

esterni all’alveare, non può più esser protratto troppo a lungo nel tempo. Meglio mandarle in pensione anticipatamente, o sospenderle dal servizio di tanto in tanto.
Non è una cronaca sindacale, ma il frutto di esperienze sul campo. Conclusioni tratte dalle rappresentanze dell’APAT che, grazie ai suoi esperti apistici, ha tradotto le osservazioni in un vero e proprio prontuario.
Si parla così di avvicendamento rapido delle regine e di blocco della covata. Gli alveari, usando queste accortezze, migliorano vistosamente il loro stato di vitalità. Come naturale conseguenza, migliora anche l’igiene delle famiglie e la capacità di eliminare agenti patogeni. Il cambio frequente delle regine, inoltre, rinforza e stabilizza questi fattori di generale benessere delle api.
In un momento di crisi d’identità dell’Apicoltore, l’iniziativa dell’Associazione degli Apicoltori di Belluno, Treviso e Venezia, è una buona notizia. Un altro tassello utile per superare una fase difficile per tutti.

Raffaele Cirone


FAI -  Federazione Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186 ROMA (RM)
Telefono: +39.06.6877175 - Telefax:  +39.06.6852287
Sito internet: www.federapi.biz


< Precedente   Prossimo >