Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Mortalitą di api : interrogazione della Senatrice De Petris


Mortalitą di api : interrogazione della Senatrice De Petris Stampa E-mail
“Se si continua con l’uso indiscriminato di prodotti fortemente tossici, avremo presto primavere senza il volo delle api. Il ministero della Salute deve sospendere cautelativamente dal commercio gli insetticidi utilizzati in agricoltura a base di Fipronil e Imidacloprid, per i quali è ormai accertata una grave responsabilità nella moria di questi insetti insostituibili per l’ambiente e l’impollinazione delle colture."

Loredana De Petris, senatrice dei Verdi e capogruppo nelle Commissioni Ambiente e Agricoltura, ha presentato un’interrogazione urgente al ministero della Salute con la richiesta di sospendere in via precauzionale i prodotti insetticidi contenenti Fipronil e Imidacloprid, come già fatto dal Governo francese. “Sono ormai numerose le ricerche – dichiara la senatrice – condotte anche in Italia dall’Istituto nazionale di Apicoltura e dall’Istituto zooprofilattico delle Venezie, che segnalano un forte rischio di neurotossicità per questi due principi attivi, utilizzati in particolare per la concia delle sementi di mais e nelle colture di barbabietola da zucchero, girasole e pomodoro. Quest’anno la situazione è particolarmente grave – prosegue De Petris – in quanto, a causa del caldo anticipato, la fioritura stagionale ha coinciso con gli interventi fitosanitari praticati per le semine del mais. Gli effetti sono devastanti: solo in Friuli si segnala un calo del 50% nella produzione di miele e una moria di circa 20 mila api ad alveare. Chiediamo che si applichi il principio di precauzione – conclude l’esponente dei Verdi – sospendendo questi prodotti ad alto rischio mentre procedono gli accertamenti. Anche perché già esistono trattamenti fitosanitari alternativi che non mettono a rischio la salute degli insetti utili e di noi tutti”.



FAI -  Federazione Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186 ROMA (RM)
Telefono: 06.6877175 - Telefax:  06.6852287
Posta elettronica:

< Precedente   Prossimo >