Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Convegno Nazionale della Federazione Apicoltori Italiani


Convegno Nazionale della Federazione Apicoltori Italiani Stampa E-mail

COMUNICATO STAMPA
----------------------------
Roma, venerdì 02 marzo 2007

Api e Clima
Roma, 02 Marzo2007 - L’Ape non è una “mucca cui mungere il miele”, ma una creatura talmente sensibile – se non addirittura intelligente – da saper orientare scelte e politiche ambientali, prima ancora che agricole. E quando le api muoiono è segno che territorio e ambiente ci stanno lanciando segnali ai quali non possiamo più dirci sordi o indifferenti.
Per comprendere meglio questi meccanismi e per far chiarezza sulle impreviste scomparse e mortalità di api, che stanno destando allarme in tutto il mondo, la FAI – Federazione Apicoltori Italiani ha organizzato un Convegno nazionale sul tema “API&CLIMA – Quali conseguenze per l’apicoltura, l’agricoltura e l’ambiente”. L'invito che la FAI lancia agli apicoltori, agli agricoltori e all’intera opinione pubblica,  è a Piacenza, il 4 marzo 2007, in occasione dell’APIMELL, la Fiera Nazionale dell’Apicoltura giunta alla sua 24a edizione. Interverranno, per l’occasione, qualificati esperti italiani e internazionali, chiamati a portare il loro contributo in merito alle delicate dinamiche che rischiano di compromettere la stessa sopravvivenza del prezioso insetto che abita la Terra da milioni di anni prima dell’uomo.
Guido Caroselli, metereologo di RAI 1, Giorgio Celli, etologo, Marinus Sommeijer, botanico della Commissione internazionale Ambiente e Flora mellifera dell’Apimondia, ne discuteranno con Fausto Poggianti, giornalista di RAI 3 e con Raffaele Cirone, Presidente della FAI – Federazione Apicoltori Italiani.
Il Ministero delle Politiche Agricole e il Ministero dell'Ambiente, con un messaggio inviato alla FAI, hanno inteso sottolineare l'importanza della salvaguardia dell'ape italiana per l'agricoltura e per il mantenimento della biodiversità.

< Precedente   Prossimo >