Home Page
 
La Federazione
FAI Territoriali
Contatti
Attività
Legislazione
Pubblicazioni
Comunicati
Tecniche
Filmati e vignette
Utenti registrati
Ricerca Avanzata
Link
Domande frequenti
Sondaggi
Alveari-banc-alti-W.jpg


Home Page


Apitalia: in arrivo il numero 9-2018, ApiCultura al 100% Stampa E-mail
L’estate sta finendo: la stagione dei più fortunati ha permesso di riempire i maturatori di buon Miele Italiano e sono tanti gli Apicoltori pronti a partecipare alle principali manifestazioni. Ricco il calendario degli eventi: la Settimana del Miele di Montalcino, i Grandi Mieli d’Italia di Castel San Pietro e I Giorni del Miele di Lazise. Intanto noi

siamo qui,
pronti per offrirvi nuovi e originali spunti di cultura apistica con Apitalia 9/2018. A partire dall’editoriale del nostro direttore che parla dei tragici eventi estivi che hanno visto l’impennata di morti e ricoverati a causa di shock anafilattico da punture di insetti: un rischio sottovalutato che richiede un grande impegno di prevenzione e corretta informazione.
Esemplare la delibera del Comune di Farindola, in Abruzzo, che primo in Italia intende tutelare l’Ape Ligustica istituendo il Parco dell’Ape Appenninica. Un modello che può fare da riferimento a tutti i comuni di montagna.
Nella ricca Agenda Lavori i nostri Autori sottolineano l’importanza degli interventi da fare sugli alveari: le “risposte pronte” del web non saranno mai sufficienti a scongiurare pericolose situazioni invernali. Serve un’analisi attenta per organizzare il cambio di regine in autunno, il livellamento delle famiglie, il controllo metodico dei singoli favi.
Cosa può fare l’apicoltore per contrastare l’ibridazione? Ricorrere al traslarvo. Nell’inserto centrale Apitalia propone un utile vademecum alla riscoperta di questa tecnica che permette di produrre le celle reali necessarie al ricambio di regine, selezionando i ceppi con attitudini migliori e contrastando l’ibridazione.
Tra le altre novità il nuovo regolamento sul biologico: molti i punti critici, ma c’è di buono che il legislatore europeo adotta i princìpi della legge italiana che disciplina l’apicoltura e la classifica allevamento senza terra.
Un mondo di droni che si sostituisce alle api e agli altri impollinatori? I potenziali insetti impollinatori sono almeno 1.500 miliardi e la loro sostituzione con droni artificiali ci dice di quanto sia miope e superficiale la visione di chi parla di questo scenario futuro. Apitalia vede un futuro diverso e un ruolo sempre più importante per chi, come noi, l’ape la difende e la diffonde oltre ogni interesse produttivo e commerciale.
La dolcezza delle ricette dello chef stellato Cristina Bowerman e l’esperienza di un apicoltore che differenzia le proprie produzioni con un aceto balsamico al miele di acacia chiudono la ricca rassegna di settembre 2018: Apitalia vi augura buona lettura così, restate sintonizzati con noi!

FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
Skype: faiskype.it – PEC:
< Precedente   Prossimo >