Home Page
 
La Federazione
FAI Territoriali
Contatti
Attività
Legislazione
Pubblicazioni
Comunicati
Tecniche
Filmati e vignette
Utenti registrati
Ricerca Avanzata
Link
Domande frequenti
Sondaggi
.thumb_regina-ligustica.jpg


Home Page


Decreto Dignità: torna l’esonero per i Redditi sotto 7000 euro Stampa E-mail
Approvato oggi (7 Agosto 2018) in via definitiva, al Senato della Repubblica, il “Decreto Dignità. Viene così definitivamente soppresso il cosiddetto “Spesometro”, per i produttori agricoli che operano in regime IVA agevolato. Destinatari della norma abrogata gli agricoltori che hanno realizzato, o in caso di

inizio di attività prevedono di realizzare, un volume d’affari non superiore a 7mila Euro, e che potevano avvalersi dell’esonero dal versamento dell’IVA, da tutti gli obblighi documentali e contabili, grazie all’articolo 34, comma 6, del D.P.R. n. 633 del 1972.

L’esonero, che nella passata Legislatura aveva visto la FAI impegnata a contrastare un ennesimo tentativo di soppressione, era stato confinato dal Legislatore alle sole zone montane; esonero che torna oggi ad essere esteso a tutto il territorio italiano con evidenti e tangibili vantaggi per le decine di migliaia di produttori agricoli ed in modo particolare gli Apicoltori.

La FAI-Federazione Apicoltori Italiani plaude all’intervento di Governo e Parlamento e ringrazia Confagricoltura per aver sostenuto, ininterrottamente, la necessaria e preziosa azione di sensibilizzazione del Legislatore su un regime agevolativo che improvvidamente, a più riprese, era stato oggetto di vani e strumentali tentativi di soppressione. Un provvedimento che va a vantaggio di tutta la categoria produttiva, indipendentemente dalle svariate sfumature associative e appartenenze organizzative. Una volta tanto torna a prevalere il buon senso e l’interesse comune.


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
Skype: faiskype.it – PEC:
< Precedente   Prossimo >