Home Page
 
La Federazione
FAI Territoriali
Contatti
Attività
Legislazione
Pubblicazioni
Comunicati
Tecniche
Filmati e vignette
Utenti registrati
Ricerca Avanzata
Link
Domande frequenti
Sondaggi
Polline-agrumi-W.jpg


Home Page


Ape italiana: ratificato al Mipaaf il Protocollo di difesa Stampa E-mail
La FAI-Federazione Apicoltori Italiani ha accolto con grande soddisfazione la firma dell’intesa per l’applicazione delle buone pratiche agricole e la salvaguardia delle api nei settori sementiero e ortofrutticolo, raggiunta al Ministero delle Politiche agricole, alla presenza del Vice Ministro con delega all'Apicoltura Andrea Olivero.
Alla ratifica del protocollo d’intesa, che grazie al coordinamento dell’Osservazione Nazionale del Miele era stato definito lo scorso mese di settembre, hanno partecipato le Organizzazioni professionali agricole Confagricoltura e Cia, Alleanza delle cooperative agroalimentari, Associazione italiana sementi, Associazione sementieri mediterranei (AS.SE.ME.), Confederazione agromeccanici e Agricoltori Italiani, Coams, la Federazione nazionale dei commercianti di prodotti per l'agricoltura, la Federazione Apicoltori Italiani (FAI) e l'Unione Nazionale Associazioni Apicoltori (UNAAPI).
Con questo accordo le parti agricole hanno ribadito l’impegno per sensibilizzare i propri associati affinché non trattino le colture in fioritura con insetticidi e altre sostanze tossiche nei confronti delle api e a predisporre un elenco di prodotti fitosanitari consigliati per la corretta difesa delle coltivazioni in prefioritura. Le organizzazioni apistiche, dal loro canto, hanno assicurato massimo impegno per promuovere su tutto il territorio nazionale il servizio di impollinazione, indispensabile fatture produttivo per un'agricoltura sostenibile.
“L'accordo siglato a tutela dell'ape italiana – ha commentato il presidente della FAI Raffaele Cirone - costituisce un passaggio decisivo, a cui le Organizzazioni professionali hanno dato credito e sostegno anche grazie alla stretta collaborazione tra mondo agricolo e Federazione Apicoltori Italiani. Ci aspettiamo ora che dal Tavolo tecnico appena insediato giungano indirizzi operativi non solo per gli agricoltori, ma anche per le amministrazioni regionali che non hanno ancora recepito e compiutamente interpretato la norma quadro nazionale per la Difesa dell'Apicoltura”. L'accordo siglato a tutela dell'ape italiana, in effetti, costituisce un passaggio storico che pone fine ad un decennio di aspre conflittualità tra mondo apistico e mondo agricolo. Un'incongruenza, visto che gli apicoltori sono a tutti gli effetti agricoltori, che va ora superata e depurata da ogni pregiudizio di stampo ideologico.
Il Vice Ministro Olivero ha dichiarato: "Questo accordo volontario dimostra un confronto serrato sul tema che vede il mondo dell’apicoltura e le associazioni professionali agricole e sementiere lavorare insieme, la vera sfida è coniugare la preservazione della biodiversità e il miglioramento della produttività”.
Dopo la cerimonia della firma, si è svolta una prima riunione tecnica operativa, alla presenza del Servizio fitosanitario del Ministero, sugli impegni assunti con l’intesa per avviare il lavoro di approfondimento sugli obiettivi ratificati e sulle prossime azioni.

Nella foto: a sx Raffaele Cirone, a dx Andrea Olivero


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
Skype: faiskype.it – PEC:

 
Prossimo >