Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Aethina tumida: Decreto regionale, secondo rinvio TAR Calabria


Aethina tumida: Decreto regionale, secondo rinvio TAR Calabria Stampa E-mail
C’era fervida attesa per le decisioni che i Giudici amministrativi della Sezione Prima del TAR (Tribunale Amministrativo Regionale) per la Calabria avrebbero dovuto assumere, il 19 Febbraio 2015, a seguito del ricorso avanzato da un gruppo di apicoltori calabresi. E invece la vicenda ora si complica perché l’udienza è stata rinviata, per la seconda volta, al 19 Marzo 2015. La notizia è circolata in occasione dell’incontro che si è svolto oggi (20 Febbraio 2015) a

Bologna, dove il CRA-Api ha organizzato un incontro tecnico-divulgativo sul tema “Emergenza sanitaria Aethina tumida in Italia”.  A fine dicembre 2014 i ricorrenti avevano chiesto al TAR per la Calabria l’annullamento del Decreto n. 94/2014, emanato dal Presidente della Giunta Regionale, e quindi la sospensione della distruzione degli apiari nei quali viene diagnosticata la presenza di Aethina tumida, il pericoloso coleottero che da settembre è stato segnalato in provincia di Reggio Calabria. In occasione della prima udienza i Giudici amministrativi non avevano concesso alcuna sospensiva e l’udienza era stata rinviata affinché il Ministero della Salute provvedesse a motivare le ragioni delle drastiche decisioni adottate, concedendo 45 giorni di tempo per la presentazione dei necessari chiarimenti. Nel frattempo il Ministero ha provveduto, attraverso la locale Avvocatura dello Stato, a presentare una memoria difensiva a sostegno dei provvedimenti adottati nel quadro di una così grave emergenza sanitaria. Occorre infatti ricordare che le conseguenze dovute all’importazione illegale in Italia di api infestate da Aethina tumida, non riguardano solo gli apicoltori calabresi che si oppongono al tentativo di eradicazione, ma l’intera comunità apistica nazionale ed europea che segue con altrettanta apprensione l’evoluzione della vicenda, visto il rischio che l’infestazione dilaghi oltre i confini dell’area in cui è stata finora contenuta. Questo nuovo rinvio del TAR per la Calabria, le cui ufficiali motivazioni non sono ancora state rese note pubblicamente, potrebbe essere scaturito dalla complessità del caso, dalla conseguente necessità di un tempo più ampio per un’attenta e approfondita istruttoria dell’articolata documentazione fornita dalle competenti Direzioni del Ministero della Salute. Sta di fatto che il provvedimento contestato, noto come “Ordinanza contingibile ed urgente a tutela del patrimonio apistico regionale e comunitario per rinvenimento di Aethina tumida in alveari” resterà vigente per altri 30 giorni.


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
Skype: faiskype.it – PEC:

< Precedente   Prossimo >