Home Page
 
La Federazione
FAI Territoriali
Contatti
Attività
Legislazione
Pubblicazioni
Comunicati
Tecniche
Filmati e vignette
Utenti registrati
Ricerca Avanzata
Link
Domande frequenti
Sondaggi
.thumb_Sciami1-W.jpg


Home Page


Aethina tumida: Aiuto e Solidarietà agli Apicoltori colpiti Stampa E-mail
Roma, 12 Ottobre 2014. Trentasettesimo giorno dalla scoperta di Aethina tumida. Un arco di tempo brevissimo, nel corso del quale un parassita esotico dell’alveare ha colpito decine di Apicoltori. Il fuoco con il quale è stato abbattuto il loro patrimonio apistico non ha lasciato solo un cerchio di bruciato sul terreno, ma ha danneggiato gravemente i connotati principali di una professione, di un’integrazione al reddito, di un progetto di vita, di un modo di essere. Gli Apicoltori dell’epicentro sono

ustionati dentro e questa è una condizione dalla quale non sarà facile riprendersi tanto facilmente. Le testimonianze di solidarietà espresse a coloro che nella zona rossa hanno eseguito in rispettoso silenzio le ordinanze di distruzione delle Autorità sanitarie sono giunte numerose, da tutta Italia e persino dall’estero. In molti ci hanno esortato a fare qualcosa per far fronte a questa emergenza, a lanciare una campagna di sottoscrizione per raccogliere fondi da destinare a chi ha perso tutto quello che aveva di più caro: le proprie api. Ora è giunto il momento di raccogliere questo invito e pensiamo sia giusto tradurlo in un’azione che intende dare allo slancio di solidarietà un valore concreto. Chiunque intenda associarsi a noi in questa iniziativa può farlo, dando un contributo economico commisurato alle proprie possibilità: la FAI-Federazione Apicoltori Italiani, in collaborazione con FAI Calabria, apre un fondo di assistenza agli Apicoltori che all’interno dell’epicentro hanno dovuto distruggere i propri alveari. Chi lo desidera potrà versare la somma voluta indistintamente sul conto corrente bancario o su quello postale della Federazione (vedi indicazioni in fondo alla notizia) evidenziando la causale “Emergenza Aethina - Donazione Apicoltori Danneggiati”. Le risorse raccolte, quale che sia la loro entità, verranno rese disponibili per i casi più meritevoli e bisognosi, valutati di volta in volta da un Gruppo di lavoro che verrà appositamente costituito e al quale la FAI demanderà il compito di effettuare le necessarie istruttorie e di rendere note le iniziative che verranno adottate a valere di questo fondo di solidarietà. Delle somme ricevute, su espressa richiesta dei donatori, la FAI avrà cura di rendere pubblica l’entità e la ragione sociale o il nominativo di coloro che aderiranno a questo appello. Passate parola, fate circolare questo annuncio tra le Associazioni degli Apicoltori ma anche al di fuori del nostro mondo e in qualunque ambiente ci sia interesse e attenzione nei confronti dell’emergenza sanitaria in atto che, desideriamo ricordarlo, ha colpito gli Apicoltori presenti all’interno della zona rossa i cui alveari sono stati abbattuti per tentare di eradicare il diffondersi di Aethina tumida, un pericoloso parassita delle api.

Indicazioni per il versamento:
-    Conto Corrente Postale n. 46157004 intestato a FAI-ROMA.
-    Conto Corrente Bancario IBAN n. IT 19 V 01030 03241 000063100376
-    Causale versamento: “Emergenza Aethina-Donazione Apicoltori Danneggiati”
-    Accompagnare il versamento con un messaggio di posta elettronica all’indirizzo specificando se si intende rendere pubblica la donazione e fornendo le proprie generalità.


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
Skype: faiskype.it – PEC:
< Precedente   Prossimo >