Home Page
 
La Federazione
FAI Territoriali
Contatti
Attività
Legislazione
Pubblicazioni
Comunicati
Tecniche
Filmati e vignette
Utenti registrati
Ricerca Avanzata
Link
Domande frequenti
Sondaggi
IM002308-W.jpg


Home Page


Aethina tumida : su Gioia Tauro scatta l’Allerta Internazionale Stampa E-mail
La risonanza dell’avvistamento di Aethina tumida in Italia è già misurabile anche sullo scenario internazionale: il caso viene seguito con estrema attenzione dagli operatori e dai ricercatori del settore, si parla dei primi annullamenti per ordini di sciami, è prevedibile che altrettanto accada per le api regine, per i prodotti dell’alveare nel loro insieme e persino per le attrezzature. Il danno economico per il nostro made in Italy e per

la bilancia commerciale delle transazioni generate dall’indotto dell’apicoltura rischia quindi di dimensionarsi presto sui milioni di euro, senza parlare dei danni diretti che subiranno gli apicoltori di casa nostra, quelli che con il nuovo parassita stanno già facendo i loro conti da ormai quindici giorni. Ma perché, vien da chiedersi, tanto clamore e tante ricadute negative? Per capirlo bisogna tener conto del fatto che Aethina tumida è una di quelle malattie per le quali è obbligatoria la denuncia e a dirlo non sono le regole italiane o europee, ma un preciso protocollo adottato dall’OIE, l’Organizzazione Internazionale delle Epizoozie (si chiama “epizoozia” la diffusione di una malattia infettiva o infestiva in un territorio più o meno ampio, ndR) cui fanno riferimento praticamente quasi tutti gli Stati del mondo. E’ per questo che il 18 Settembre 2014 il Capo dei Servizi Veterinari del nostro Ministero della Salute, prof. Romano Marabelli (nella foto), ha notificato all’OIE la presenza a Gioia Tauro di due focolai di Aethina tumida, per un totale di 47 alveari colpiti. Tale procedura fa scattare un’allerta mondiale che, come vuole la prassi, considera la presenza anche di un solo focolaio equivalente al rischio immediato per tutto il Paese, l’Italia nel nostro caso. Comunque non siamo soli: la notifica più recente, subito prima di quella di Gioia Tauro, è del 10 Settembre 2014 e proviene dal Canada, per la precisione da una località nei pressi delle Cascate del Niagara. A farci compagnia, ci sono inoltre Nicaragua, Messico, Cuba, Giamaica, Stati Uniti d’America, Australia e Malesia. Sono gli altri luoghi del mondo dove Aethina tumida da diversi anni sta facendo parlare di sé. (continua…)


® RIPRODUZIONE RISERVATA
© Foto di apertura: Online-News
© Cartina: OIE-Organisation Mondiale de la Santé Animale


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
Skype: faiskype.it – PEC:


< Precedente   Prossimo >