Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Impollinazione: 13 milioni di Alveari in pił o sarą Catastrofe


Impollinazione: 13 milioni di Alveari in pił o sarą Catastrofe Stampa E-mail
L’Europa ha un deficit di 13,4 milioni di alveari - pari a circa 7 miliardi di singole api - tanti ne servirebbero per garantire un adeguato e capillare servizio di impollinazione per le proprie coltivazioni agricole. E’ questa la conclusione cui giunge un gruppo di ricercatori coordinati dall’Università di Reading (Regno Unito), in collaborazione con ben 13 unità di ricerca sparse su tutto il territorio europeo, tra le più qualificate nei settori

agro-ambientale e biodiversità. Lo studio è stato pubblicato all’inizio di quest’anno sulla rivista scientifica Plos One. La causa primaria di questa situazione, che i ricercatori non esitano a definire catastrofica, pare sia dovuta allo sviluppo delle colture oleaginose, impiegate diffusamente per la produzione dei biocarburanti: è da questo nuovo assetto agro-ambientale che stanno emergendo le crescenti necessità di impollinazione che sono aumentate cinque volte più velocemente del numero di alveari, nel periodo tra il 2005 e il 2010. Ci troviamo già, pertanto, in una grave situazione di deficit: “L’Europa ha solo due terzi delle colonie di api di cui ci sarebbe bisogno - dicono gli autori – e nella metà dei 41 Paesi studiati non ci sono abbastanza api per impollinare correttamente le colture agricole, tra cui Francia, Germania, Regno Unito e Italia”. In realtà il caso della Gran Bretagna è quello più eclatante, con meno di un quarto delle api necessarie per l'impollinazione. In Francia e Germania, nonostante l’elevato patrimonio apistico, sono presenti solo tra il 25 e il 50% degli alveari necessari. Molto migliore, invece, la situazione dell’Italia che vanta un livello di autosufficienza tra il 75 e il 90% del fabbisogno. Curiose le conclusioni dello studio, tuttavia, visto che non trovano corrispondenza puntuale con l’analisi preliminare sulla carenza di alveari. “Questo studio dimostra che la politica europea sui biocarburanti ci rende più dipendenti dagli impollinatori selvatici”, osserva Tom Breeze, uno degli autori dello studio. Gli fa eco il collega Simon Potts secondo il quale “stiamo andando verso una catastrofe se non agiamo ora: in Europa si sta verificando uno scollamento tra le politiche ambientali e agricole e, mentre gli agricoltori sono incoraggiati a incrementare le colture di semi oleosi, manca una corrispondente azione per favorire la diffusione degli insetti che garantiscono l'impollinazione”.

Guarda la tabella dei 41 Paesi
              • Leggi l’articolo di Plos One (in inglese)



FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
Skype: faiskype.it – PEC:
< Precedente   Prossimo >