Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Varroa : l’unico posto d’Europa con Api indenni dal Parassita


Varroa : l’unico posto d’Europa con Api indenni dal Parassita Stampa E-mail
Se non conoscete questa bandiera sarà bene che la guardiate con attenzione e ammirazione: rappresenta un posto speciale, l’unico lembo di terra in tutta l’Unione Europea - estesa per 4.326.253 chilometri quadrati - dove le api non sono infestate dal parassita Varroa destructor!. A certificare questa particolarità, di non poco conto visto che ha fatto scaturire il 15 ottobre 2013 uno speciale

provvedimento legislativo, addirittura la Commissione dell’Unione Europea che ha indirizzato la propria Decisione esecutiva a tutti i 28 Stati membri UE. Siamo nella Regione Autonoma delle Isole Åland, a 40 km dalla Svezia e 25 Km dalla Finlandia: un arcipelago di 6500 scogli, in gran parte desolati, di cui solo 80 abitati da 27.153 persone ben orgogliose di vivere in una zona che gli accordi politici classificano “neutra e demilitarizzata”. Ciò nonostante qui si parla svedese, si gira con il passaporto finlandese, si compra e si paga con l’Euro, si appartiene a tutti gli effetti all’Unione Europea e, per quel poco che si può in una terra per gran parte sabbiosa, si fa apicoltura senza l’affanno di dover combattere contro la varroa. E’ per questo che le Autorità locali, d’intesa con la Repubblica di Finlandia, ci hanno tenuto ad un pronunciamento ufficiale per stabilire che la varroasi da queste parti “è un malattia soggetta a denuncia obbligatoria e non è possibile movimentare la covata opercolata e le api mellifere adulte vive sfarfallate dalla terraferma finlandese alle Isole Åland”. Per arrivare a tanto, inoltre, per diversi anni la Finlandia ha sottoposto ad osservazione la popolazione di api presente sull’isola. Sulla scorta di tale sorveglianza la Finlandia è ora in grado di confermare l’assenza della malattia nelle Isole Åland. Ecco perché, tale parte del territorio finlandese, può essere considerata indenne dalla malattia. Caso unico - a detta delle Autorità di Bruxelles - in tutta l’Unione Europea. Al punto che - al di là di quelle che sono le norme di protezione sanitaria già vigenti in Finlandia - viene ora introdotto un modello ufficiale di certificato sanitario che impedisce scambi commerciali da Paesi europei infestati (tutti) e garantisce così la protezione del patrimonio apistico “alandese”. Se non fosse realtà - con tanto di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale UE - sembrerebbe una favola.





FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
Skype: faiskype.it – PEC:
< Precedente   Prossimo >