Home Page arrow La Federazione arrow Editoriale arrow Volta Pagina : Dimostrazione concreta che l’ape è un bene di tutti


Volta Pagina : Dimostrazione concreta che l’ape è un bene di tutti Stampa E-mail
Una cosa più di altre merita di essere chiarita: quando la Federazione Apicoltori Italiani ha deciso di dar vita a FAI-Lazio ha scelto di ascoltare un’ampia rappresentanza apistica, che chiedeva coesione e coordinamento di tutte le realtà associative e individuali che la FAI nazionale poteva aggregare sul territorio regionale.  Oggi, a sette mesi dalla sua costituzione, FAI-Lazio ha ottenuto un primo risultato: raccogliere sotto un’unica sigla più di 400 apicoltori, che messi insieme allevano un 

patrimonio superiore a 10.000 alveari. C’è un secondo traguardo che FAI-Lazio ha tagliato: creare una piattaforma di dialogo e collaborazione tra l’Associazione storica, più rappresentativa a livello regionale, e le sigle emergenti espresse da gruppi di giovani e attivi apicoltori; riconoscendo, infine, un ruolo attivo a due importanti poli scientifici - le Università di Roma Tor Vergata e della Tuscia di Viterbo - FAI-Lazio ha ampliato l’orizzonte delle già numerose collaborazioni tra Apicoltura e Ricerca.
L’Assessorato all’Agricoltura della Regione Lazio, riconoscendo il nostro ruolo di rappresentanza, ci ha testimoniato concreta attenzione al processo di aggregazione che abbiamo avviato. La realizzazione di programmi che le nostre Associate hanno sostenuto grazie al Reg. CE 1234 conferma la volontà di far crescere il livello professionale della categoria, oltre i confini della nostra base associativa e nel comune interesse. Un corso base di apicoltura e uno di formazione superiore per tecnici-esperti apistici, un corso di formazione superiore sull’allevamento e la selezione dell’ape Ligustica, un seminario sulla sciamatura e un altro sul marketing del miele e dei prodotti dell’apicoltura, costituiscono il concreto esempio di una volontà di fare attività per il bene di tutte le categorie produttive: chiunque ha potuto prendervi parte, socio o meno di FAI-Lazio, certo di trovare risposte sul fare impresa in apicoltura.
A ciascuno credo vada intanto riconosciuto almeno un merito: quello di aver lasciato prevalere la visione dell’ape come bene comune per la cui sopravvivenza tutti - Apicoltori, Associazioni, Ricerca e Istituzioni - possiamo far qualcosa di molto concreto quando scegliamo di unire le forze e condividere gli obiettivi.

Raffaele Cirone
Presidente FAI – Federazione Apicoltori Italiani

Foto: © Rinaldo Amorosi



FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
Skype: faiskype.it – PEC:

< Precedente   Prossimo >