Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Morža: dopo i Neonicotinoidi a rischio anche il Fipronil


Morža: dopo i Neonicotinoidi a rischio anche il Fipronil Stampa E-mail
E’ un insetticida utilizzato per trattare le sementi di mais e rappresenta un elevato rischio acuto per le api mellifere. A dirlo, ancora una volta, l’EFSA, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, che ha tratto recentemente le proprie conclusioni in una relazione commissionata dalla Commissione UE. Il Fipronil, pur non appartenendo alla classe dei “neonicotinoidi”, per la quale di recente l’Unione Europea ha disposto un

bando biennale per tutti i 27 Stati membri, valuterà presto una sospensione anche per questo insetticida per il quale l’EFSA ha eseguito una valutazione del rischio con particolare riguardo agli effetti acuti e cronici sulla sopravvivenza e sullo sviluppo delle colonie e agli effetti di dosi sub-letali sulla mortalità e sul comportamento delle api. Gli esperti dell’EFSA sono giunti alle seguenti conclusioni: per il Fipronil è stato individuato un elevato rischio acuto derivante dal mais; quanto ad altre colture, tra cui il girasole, non è stato ancora possibile evidenziare dati allarmanti;
per quanto riguarda la contaminazione attraverso le fonti alimentari - nettare e polline - gli studi disponibili presentano punti deboli ed al momento non risultano sufficienti per stabilire il livello del rischio per le api mellifere associato all’utilizzo del Fipronil come trattamento dei semi di girasole e di mais;
sono invece state individuate diverse lacune nei dati disponibili in relazione ad altre potenziali vie di esposizione. Gli esperti dell’EFSA si sono avvalsi dei dati presentati per l’approvazione del Fipronil nell’Unione Europea e per l’autorizzazione di prodotti fitosanitari contenenti Fipronil a livello di singolo Stato membro. Il che conferma, ad avviso della FAI-Federazione Apicoltori Italiani che le procedure autorizzative vanno modificate urgentemente, tenendo in debito conto le varie modalità di esposizione diretta e indiretta delle api mellifere e degli altri insetti utili per tutti gli insetticidi autorizzati all’impiego su colture visitate dagli impollinatori. Bene farà, pertanto, la Commissione Europea che secondo fonti accreditate sarebbe orientata a varare una misura sospensiva durante la riunione in programma per la prossima metà luglio.


Foto: © Cetty


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
Skype: faiskype.it – PEC:
< Precedente   Prossimo >