Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Miele Millefiori : circolare Mipaaf chiarisce il significato


Miele Millefiori : circolare Mipaaf chiarisce il significato Stampa E-mail
Sulla dizione “miele millefiori” c’è ancora confusione e per evitare che il consumatore venga tratto in inganno arriva un chiarimento ufficiale che mette ordine in materia. Si tratta della Circolare n. 4 del 31.05.2012, emanata dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, avente per oggetto "Applicazione Dlgs 21 maggio 2004, n. 179 concernente produzione e commercializzazione del miele". Il provvedimento porta la

firma dell’ex Direttore Generale della Competitività per lo Sviluppo Rurale, Dr. Giuseppe BLASI, ed è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 139 del 16 giugno 2012. La nota ministeriale chiarisce diversi aspetti in merito a questa particolare tipologia di miele e fornisce, nel contempo, una linea interpretativa alle Organizzazioni Apistiche Nazionali e alle Autorità competenti in materia di controllo. Ecco le novità: a) non può definirsi miele "Millefiori" un prodotto derivante dalla miscelazione di diversi mieli di origine monofloreale; b) si dice miele "Millefiori" il prodotto rispondente al Decreto legislativo n. 179 del 21 maggio 2004 – recante Attuazione della Direttiva 2001/110/CE concernente la produzione e la commercializzazione del miele" - e per il quale non sia definibile una esclusiva (monoflora) o precisa (fiori/nettare o melata) origine botanica; c) per quanto riguarda l'area di produzione, ai sensi dell'articolo 2, comma 4, della Direttiva 2001/110/CE, si fa riferimento al Paese o ai Paesi in cui il miele è stato raccolto, i quali devono essere indicati in etichetta (art. 2 bis – Legge n. 81 dell'11.03.2006); d) a salvaguardia degli interessi del consumatore deve essere garantito il pieno rispetto delle norme che disciplinano la tracciabilità delle produzioni; e) in analogia con le produzioni di origine monoflorali, nell'etichettatura del prodotto il termine "Millefiori" può essere utilizzato in associazione alla denominazione legale di vendita "Miele"; f) per il miele di produzione italiana, in merito all'obbligo di indicazione in etichetta del Paese di origine del prodotto, questo è altresì da intendersi assolto anche attraverso la dizione "Miele Italiano".



FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >