Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Economia : il Ministero eroga gli aiuti al comparto apistico


Economia : il Ministero eroga gli aiuti al comparto apistico Stampa E-mail
Con Decreto 7 marzo 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28 Maggio 2012, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha provveduto a erogare la quota di partecipazione dell'Italia, in qualità di Stato membro UE, al “Cofinanziamento nazionale del programma di azioni dirette a migliorare le condizioni della produzione e della commercializzazione dei prodotti dell'apicoltura, di cui al Regolamento CE n. 1234/2007, per la Campagna 2011-2012”. L’importo erogato, pari a

3.050.635,00 di Euro, va ad aggiungersi all’equivalente somma resa disponibile direttamente dall'Unione Europea per una cifra complessiva, che dovrebbe essere destinata al comparto apistico nazionale, di 6.101.270 Euro. Tali risorse sono oggetto di frazionamento, per il conseguente finanziamento dei sotto-progetti la cui entità finanziaria è ripartita in funzione del patrimonio apistico rappresentato da ciascuna Regione, secondo il numero di alveari denunciati. Il Regolamento comunitario in questione, occorre ricordarlo, è finanziato al 50% con risorse proprie dell'Unione Europea e dell’Italia e non con fondi erogati dalle Amministrazioni regionali. Le quote di ripartizione di ciascun sotto-progetto vengono dunque assegnate all'Amministrazione regionale in base al patrimonio di alveari esistenti sul territorio di competenza e alla cui formazione concorrono tutti gli apicoltori, ma poi i soldi vanno solo a un numero ristretto di operatori e i programmi sono spesso allargati a soggetti beneficiari (Enti, Agenzie regionali, Laboratori) alle dirette dipendenze delle stesse Regioni. Ciascuno dei venti sotto-progetti regionali, inoltre, viene applicato sul territorio in modo disomogeneo e ciò che è ammesso a contributo in un’area del nostro territorio nazionale non lo è nell’altra, determinando vere e proprie sperequazioni a danno degli apicoltori. Il sistema associativo apistico, infine, si vede spesso respinte istanze di finanziamento, motivate da indisponibilità di fondi, quando invece nella passata annualità sono invece andati in economia, per mancata utilizzazione, 258.987,95 Euro. In realtà, dunque, nonostante l’importante consistenza finanziaria di tale aiuto, destinato al comparto, la FAI-Federazione Apicoltori Italiani segnala una perdurante difficoltà di accesso alle risorse disponibili cui si aggiunge un quadro burocratico complesso e spesso distorto da interpretazioni regionali che poco hanno a che fare con il diffuso bisogno di semplificazione e trasparenza delle modalità di spesa dei soldi messi a disposizione dall’Unione Europea.

Leggi il testo del Decreto del Ministero dell’Economia



FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz

< Precedente   Prossimo >