Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Psilla dell’Eucalipto: FAI e UNAAPI chiedono Misure urgenti


Psilla dell’Eucalipto: FAI e UNAAPI chiedono Misure urgenti Stampa E-mail
Per contrastare l’infestazione della Psilla Lerp, il parassita che sta distruggendo gli eucalipti italiani, servono misure urgenti e coordinate: un piano di lotta nazionale, simile a quello attuato contro il Cinipide del Castagno, l’attivazione di Centri che moltiplichino e diffondano l’antagonista naturale presente da quasi un anno in Sicilia, adeguate azioni informative per far conoscere l’utilità agro-ambientale dell’eucalipto. Lo richiedono, ai Ministeri e

alle Regioni competenti, i presidenti della FAI e dell’UNAAPI che hanno siglato un documento congiunto, documentando la gravità della situazione e prospettando gli interventi da adottare per salvaguardare una fonte mellifera di fondamentale importanza per l’apicoltura italiana. Sono 60.000 gli ettari di eucalipto presenti in Italia, diffusi in particolare sui territori di Lazio, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, ma anche Emilia Romagna, Toscana, Marche, Abruzzo e Molise. La perdita di questa essenza botanica, oltre a causare gravissimi danni alle produzioni apistiche, mette in pericolo molteplici produzioni agricole a partire da quelle agrumicole che si giovano della funzione di frangivento dei filari di eucalipto, compromettendo gli assetti paesistici e le pratiche di gestione idrogeologica in uso nel nostro Paese fin dagli anni ’30. Visto l’interesse che la questione assume per l’intera apicoltura nazionale, la FAI e l’UNAAPI hanno adottato una posizione comune che è stata rappresentata ai Ministeri dell’Agricoltura, della Salute, dell’Ambiente e alla Conferenza delle Regioni.




FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >