Home Page arrow La Federazione arrow Editoriale arrow Volta Pagina: L’ape uno strumento di reddito


Volta Pagina: L’ape uno strumento di reddito Stampa E-mail
C’è un filo che lega le azioni formative che APAT e FAI, come tante altre Associazioni, vanno da tempo promuovendo sul territorio. E’ l’indirizzo produttivo dell’impresa apistica. L’esercizio del nostro lavoro, in un’ottica di reddito, è un criterio che si sta facendo rapidamente strada. Tanto più ora, vista la crisi che chiunque tocca con mano. Guardando agli ultimi convegni dell’APAT in Veneto, come quello

organizzato dalla FAI all’Apimell, stupisce che l’economia sia ormai l’argomento che prende il sopravvento sulla patologia. Perché? Basta ricordare il concetto chiave dibattuto a Piacenza: non c’è apicoltura senza mercato.
E’ lì che tutti siamo indirizzati quando, prioritariamente, curiamo il patrimonio apistico, lo salvaguardiamo dalle avversità e lo mettiamo in condizione di produrre. Nella professionalità dell’apicoltore, dunque, c’è anche il fare dell’ape uno strumento di reddito.
Il che non vuol dire sfruttarla, ma garantirle ancor più il nostro pieno e incondizionato rispetto.
foto : © Apicoltura Fasoli
Raffaele Cirone


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz

< Precedente   Prossimo >