Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Varroasi e altre malattie : l’Ordinanza della Valle d’Aosta


Varroasi e altre malattie : l’Ordinanza della Valle d’Aosta Stampa E-mail
Trattamenti obbligatori con i soli prodotti autorizzati, costante applicazione di buone pratiche apistiche, collaborazione con i tecnici apistici regionali ma ricorso al Regolamento di Polizia Veterinaria quando non è possibile salvare gli alveari colpiti da malattie. Lo ha ribadito il presidente della Regione autonoma della Valle d’Aosta, Augusto ROLLANDIN, che ha firmato l’Ordinanza n. 146-2011 relativa a “Norme per la profilassi della

varroasi e delle altre malattie delle api in Valle d’Aosta”. Le modalità di trattamento dovranno essere stabilite dai Servizi Veterinari dell’Azienda USL regionale, in accordo con la Direzione delle Produzioni vegetali e Servizi Fitosanitari – Ufficio Apicoltura dell’Assessorato regionale all’Agricoltura e alle Risorse Naturali. L’Ordinanza, inoltre, rende obbligatorio l’impiego dei fondi antivarroa in tutti gli alveari presenti nel territorio regionale. Nei casi di diagnosi di malattie soggette all’obbligo di denuncia, sarà applicato il sequestro dell’apiario che potrà essere revocato solo quando si sarà dimostrata l’estinzione del focolaio. Il divieto di spostamento degli alveari, disposto direttamente dal Sindaco del Comune di competenza, scatterà anche quando i Servizi Veterinari avranno constatato una elevata infestazione da varroasi, la mancanza di trattamenti di contenimento o l’utilizzo di metodiche improprie. Nomadismo, movimentazione e commercializzazione di alveari, sciami e nuclei saranno subordinati al rilascio di un certificato di origine e sanità da parte del Servizio di Sanità Animale del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda USL della Valle d’Aosta. I contravventori saranno sottoposti alle sanzioni amministrative previste dall’ordinamento regionale, salvo quando non ricorrano i presupposti per l’applicazione di norme penali.




FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >