Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Callegari , Lega Nord, chiede di vietare i Neonicotinoidi


Callegari , Lega Nord, chiede di vietare i Neonicotinoidi Stampa E-mail
Corrado CALLEGARI, del Gruppo Lega Nord Padania presso la Camera dei Deputati, non fa giri di parole e chiede al Ministro delle Politiche Agricole e a quello della Salute se non ritengano utile “alla luce delle numerose evidenze scientifiche, assumere scelte e orientamenti per una maidicoltura italiana compatibile con l’allevamento delle api e la loro insostituibile funzione impollinatrice, valutando con

urgenza l’opportunità di vietare definitivamente l’utilizzo di pesticidi neonicotinoidi nella concia del mais”. E’ quanto risulta dall’Interrogazione Parlamentare n. 5-05735, che l’onorevole CALLEGARI , nella sua qualità di componente della XIII Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, ha presentato il 23 novembre 2011. Il parlamentare leghista, nel promuovere la propria interrogazione ai Ministri competenti - Mario CATANIA per l’Agricoltura e Renato BALDUZZI per la Salute - ricorda che grazie ai provvedimenti sospensivi dei concianti del mais, prorogati fino al 30 giugno 2012, gli apicoltori hanno visto i loro alveari svilupparsi nelle passate primavere così come non succedeva da tempo, assicurando egregiamente la loro funzione impollinatrice e adeguati raccolti di miele. Ma CALLEGARI evidenzia anche i contenuti della risoluzione adottata dal Parlamento europeo il 15 novembre 2011, nella quale si afferma che l’aumento della mortalità delle api è destinato ad avere un considerevole impatto sulla produzione di cibo in tutta Europa, posto che l’84 per cento delle specie di piante e il 76 per cento della produzione di cibo nel Vecchio Continente dipendono dall’impollinazione fatta dalle api.

© Riproduzione Riservata

Leggi l’Interrogazione parlamentare


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >