Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Neonicotinoidi : Guariniello indaga su Bayer e Syngenta


Neonicotinoidi : Guariniello indaga su Bayer e Syngenta Stampa E-mail
Neonicotinoidi sì o no? E’ una storia senza fine, che provoca tensioni a tutti i livelli e conseguenti polemiche: assessori regionali all’agricoltura favorevoli al loro impiego e altri assolutamente contrari, un annunciato decreto di conferma della loro sospensione al 31 dicembre 2011 e una recente smentita con anticipata revoca del divieto al 31 ottobre 2011, agricoltori che ne invocano la libera vendita e apicoltori che a ragione non ne vogliono neanche

sentir parlare. In questa “torre di Babele”, giunge a sorpresa una novità di non poco conto: il procuratore Raffaele Guariniello (nella foto), in forza alla Procura della Repubblica di Torino, ha condotto un’inchiesta sulle cause della strage delle api e l’ha chiusa inviando agli amministratori delegati di Bayer CropScience di Milano e di Syngenta Crop Protection Italia l’avviso di conclusioni delle indagini per il reato di diffusione di malattie degli animali pericolose per il patrimonio zootecnico e per l’economia nazionale. Un reato, quello contestato da Guariniello ai due manager delle Case farmaceutiche principali produttrici dei neonicotinoidi responsabili della morìa delle api, per il quale è prevista una pena che va da uno a cinque anni di reclusione.
Il procuratore Guariniello, rende noto il quotidiano La Stampa di Torino, grazie ad una sperimentazione sul campo, ha potuto evidenziare il rapporto di causa ed effetto fra la morìa delle api e l’insetticida incriminato. Le api, stando alle indagini del magistrato, non si intossicano all’atto dell’impollinazione, ma si impolverano con dosi letali del prodotto volando vicino ai campi di mais durante la semina.



FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >