Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Buckfast : l’Ibrido che mette in serio Pericolo l’Ape Italiana


Buckfast : l’Ibrido che mette in serio Pericolo l’Ape Italiana Stampa E-mail
Il crescente diffondersi dell’ape Buckfast sul territorio nazionale, rischia di compromettere e vanificare ogni tentativo di salvaguardia dell’ape Ligustica autoctona italiana. E’ per questo che occorre adottare urgenti provvedimenti che vietino la commercializzazione incontrollata di un ibrido interrazziale spacciato per razza pura. E’ quanto emerge dalla lettera che il presidente della FAI-Federazione Apicoltori Italiani, Raffaele Cirone , ha inviato ad Hans Berger, l’Assessore all’Agricoltura della

Provincia Autonoma di Bolzano, territorio dal quale proviene la gran parte delle regine di Buckfast destinate al mercato italiano. “I ricercatori concordano nell’affermare che questa ape – spiega Cirone nella sua lettera all’Assessore altoatesino - a contatto con le razze di Ape Carnica (presente in Austria, in Slovenia e in Italia) e di Ape Ligustica (presente in Italia), manifesta caratteri regressivi e pericolosi per la tutela e la salvaguardia di queste due razze di api, presenti in purezza nei nostri allevamenti”. “Il quadro è ancora più allarmante – prosegue il presidente della FAI - se si considera che alcuni allevatori di Buckfast, diffondono liberamente le loro api regine su tutto il territorio italiano contravvenendo alla legge 313/2004 che prevede la tutela dell’ape Ligustica”. E’ per questo che la FAI ha chiesto alla Provincia Autonoma di Bolzano di disporre provvedimenti urgenti e adeguati al contrasto di questa scorretta pratica di allevamento, che va contro gli interessi dell’intera comunità apistica altoatesina e italiana. Ad avviso della Federazione Apicoltori Italiani, infatti, occorrerebbe un provvedimento legislativo urgente, teso a vietare l’allevamento e la commercializzazione di api ibride del tipo Buckfast.


L’Assessore Hans Berger (sinistra) e il presidente Cirone (destra)
Foto: © Andreas Platzer






FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz
< Precedente   Prossimo >