Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Emilia Romagna : Arrivano 537 mila euro per l’Apicoltura


Emilia Romagna : Arrivano 537 mila euro per l’Apicoltura Stampa E-mail
Entro il 7 marzo 2011 gli Apicoltori emiliano-romagnoli potranno presentare la domanda – o riconfermare le preadesioni già formalizzate nei mesi scorsi – per accedere ai contributi previsti dal programma triennale 2011-2013, finanziato attraverso il Regolamento comunitario 1234/2008 per il miglioramento della produzione e la commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura. Il bando,

per un importo di circa 537 mila euro, relativo alla prima annualità del programma è stato pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Emilia-Romagna (n. 1, parte seconda, del 5 gennaio 2011). Le domande dovranno essere presentate con le nuove modalità informatiche (Sop) stabilite da Agrea (l’Ente pagatore della Regione). Per l’Assessore regionale all’agricoltura Tiberio Rabboni “l’avvio del programma triennale, in attesa del definitivo divieto di utilizzo dei prodotti a base di neonicotinoidi per la concia del mais, rappresenta uno strumento significativo per migliorare e qualificare un comparto produttivo a bassissimo impatto ambientale, che svolge un ruolo fondamentale per l’attività agricola nel suo complesso e per sostenere la presenza di operatori in aree marginali di collina e di montagna. Per questo invito gli apicoltori emiliano-romagnoli, singolarmente o in forma associata, a utilizzare compiutamente le opportunità offerte dal nuovo bando”.
L’apicoltura della Regione Emilia-Romagna, che coinvolge circa 10.000 allevatori (di cui 800 professionali), è tra le più sviluppate a livello nazionale e ha un valore economico e ambientale particolarmente rilevante, sia per il valore delle produzioni, sia per l’insostituibile attività di impollinazione delle piante coltivate, servizio che proprio in questa regione è particolarmente sviluppato. L’intervento regionale intende contribuire in modo significativo al miglioramento dell’efficienza di questo comparto produttivo che, negli anni scorsi, ha dovuto affrontare il grave problema dello spopolamento degli alveari, attualmente in fase di risoluzione grazie alla sospensione dell’utilizzo di prodotti a base di neonicotinoidi  per la concia delle sementi di mais sostenuta fortemente dalla Regione Emilia-Romagna.
Sono previsti contributi per sostenere programmi di assistenza tecnica per la lotta alla varroa, per la razionalizzazione del nomadismo, l’analisi delle caratteristiche chimico-fisiche del miele, l’acquisto di api regine per il ripopolamento e la realizzazione di programmi di ricerca per la predisposizione del “Piano di risanamento e profilassi” contro la peste americana.


FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz

< Precedente   Prossimo >