Home Page arrow Comunicati arrow Apicoltori arrow Sondrio : un altro passo avanti per il Miele Dop Valtellina


Sondrio : un altro passo avanti per il Miele Dop Valtellina Stampa E-mail
Dopo la Riunione di Pubblico Accertamento, svoltasi il 15 ottobre 2010, in occasione della quale il disciplinare per il riconoscimento del Miele Dop della Valtellina era stato presentato pubblicamente e fatto oggetto delle modifiche richieste da tutti i portatori di interesse, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha elaborato la nuova versione del disciplinare di quella che si appresta ad essere la seconda Dop per il miele (la prima è stata il Miele Dop della Lunigiana)

concessa all’Italia dall’Unione europea. Il testo è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 12 del 17 gennaio 2011. Le eventuali osservazioni, adeguatamente motivate, dovranno essere presentate al MIPAAF - Dipartimento delle Politiche competitive del mondo rurale e della qualità - Direzione generale dello Sviluppo agroalimentare e della qualità - SAQ VII - Via XX Settembre n. 20, 00187 ROMA - entro 30 giorni dalla data di pubblicazione nella Gazzetta della Repubblica Italiana. Entro il 16 febbraio, pertanto, i soggetti interessati (associazioni, produttori, enti, consumatori) potranno avanzare ulteriori richieste di modifica, che costituiranno oggetto di opportuna valutazione da parte del Ministero prima della trasmissione della proposta di riconoscimento della Dop alla Commissione Europea. Decorso tale termine, in assenza di ulteriori osservazioni o dopo la loro valutazione se pervenute, il MIPAAF provvederà alla notifica, per la registrazione ai sensi dell'art. 5 del Regolamento (CE) n. 510/2006, ai competenti organi comunitari. Nel testo del disciplinare attualmente in esame, sono state circoscritte le zone di produzione e le caratteristiche fisico-chimiche e organolettiche dei sei diversi tipi di miele che potranno fregiarsi della Denominazione di Origine Protetta: il Millefiori di Montagna e di Alta Montagna e i Monoflora di Rododendro, Castagno, Acacia e Tiglio.



FAI -  Federazione  Apicoltori Italiani
Corso Vittorio Emanuele II, 101
IT -  00186  ROMA (RM)
Telefono: +39 06 6877175 - Telefax:   +39 06 6852287
e-mail: – Portale internet: www.federapi.biz

< Precedente   Prossimo >